Domotica Full è sostenuto dagli utenti. Quando compri passando per i nostri link, potremmo ricevere una commissione. Come guadagniamo

Home » Intrattenimento » Cosa scegliere tra TV e videoproiettore

Cosa scegliere tra TV e videoproiettore

cosa scegliere tra tv e proiettore

In questa pagina scopriamo insieme cosa scegliere tra TV e videoproiettore, analizzando insieme le differenze in breve ed effettuando un confronto tra tutte le caratteristiche da considerare per prendere una giusta decisione.

Le differenze in breve

La crescente diffusione dei videoproiettori domestici (proiettori portatili e proiettori standard) e i prezzi sempre più accessibili di questi dispositivi hanno suscitato l’interesse di molte persone che, per una nuova casa o per rimodernare un po’ gli ambienti domestici, si ritrovano sul punto di dover scegliere tra l’acquisto di una nuova TV oppure di un videoproiettore.

Questa scelta non è affatto banale e richiede una serie di valutazioni per evitare di commettere errori costosi.

La prima differenza fondamentale tra una Smart TV e un videoproiettore riguarda la completezza dei due apparecchi e la loro funzionalità: un televisore è un dispositivo elettronico che permette la riproduzione diretta di svariati contenuti multimediali e che integra al suo interno tutto il necessario per un’esperienza di visione completa.

Un videoproiettore, invece, è un dispositivo che proietta i contenuti su una superficie – solitamente un telo – affinché vengano visionati.

Già da qui è facile intuire che quest’ultimo necessita di tutta una serie di collegamenti per poter funzionare correttamente, al fine di creare un impianto completo e utilizzabile.

Inoltre, la qualità visiva di un video proiettore necessita di particolari accorgimenti per essere ottimale, tra cui la scarsa luminosità della stanza in cui si trova e lo spazio a disposizione (decisamente maggiore rispetto a quello necessario per una normale TV).

Nel corso di questa pagina vedremo tutti gli aspetti da considerare prima di acquistare un videoproiettore e cercheremo di rispondere alla domanda “cosa scegliere tra TV e videoproiettore“, soffermandoci anche sul costo totale di un impianto.

Televisore contro Videoproiettore: il confronto

Spazio a disposizione

La prima importante considerazione da fare quando si deve decidere se acquistare una TV o un videoproiettore è lo spazio che si ha a disposizione in casa.

I televisori presenti in commercio permettono di scegliere tra un ampio range di dimensioni, in modo da ottimizzare lo spazio di appoggio, che sia su un mobile oppure direttamente sulla parete.

Le cose però cambiano se prendiamo in considerazione l’installazione di un videoproiettore; in questo caso, infatti, dobbiamo considerare non solo lo spazio sul soffitto (o su un appoggio adeguato) per montare l’apparecchio, ma anche la dimensione della parete su cui si vuole proiettare l’immagine, nonché la lunghezza complessiva della stanza.

Per quanto riguarda la parete, il calcolo dello spazio necessario è piuttosto semplice: i migliori teli per videoproiettori hanno dimensioni che variano da 115 cm (tipicamente quelli per ufficio) fino a superare anche i 2 metri di base.

In altre parole, se si sta valutando l’acquisto di un videoproiettore in casa è meglio assicurarsi di avere a disposizione una parete con una base di almeno 1 metro e mezzo (meglio 2). Non vi sono invece particolari problemi per quanto riguarda l’altezza da terra, in quanto i soffitti tradizionali delle abitazioni hanno un’altezza che permette di installare senza troppe difficoltà il telo che può essere riavvolgibile (ovvero la tipologia più diffusa) oppure fisso.

La seconda misura da tenere in considerazione riguarda la lunghezza della stanza: sulla base delle dimensioni dello schermo, della distanza dalle poltrone e del fattore di ingrandimento dell’obiettivo, il videoproiettore deve essere installato a una distanza che può variare dai 2 ai 5 metri e, in alcuni casi, anche oltre.

È chiaro che nel confronto tra televisore e videoproiettore, la prima richiede uno spazio decisamente inferiore e mostra anche una maggiore flessibilità nell’adattarsi a diversi ambienti.

Illuminazione della stanza

Se le dimensioni della stanza sono un requisito essenziale per installare un videoproiettore, da sole non sono sufficienti.

Mentre un televisore proietta l’immagine sul proprio pannello, un videoproiettore, al contrario, proietta l’immagine su una superficie bianca che a sua volta la riflette verso lo spettatore.

In altre parole, il televisore è una sorgente diretta, mentre il videoproiettore non lo è: questo fattore ha una notevole rilevanza in quanto, a causa di questo, la qualità dell’immagine tra una TV e un videoproiettore in una stanza con un discreto livello di luce sarà nettamente superiore nel primo caso.

Per avere una resa ottimale, un videoproiettore richiede una stanza il più possibile buia e priva di altre fonti luminose.

Se non è possibile oscurare completamente la stanza, è bene scegliere un videoproiettore con intensità luminosa maggiore. Questo valore viene espresso in Ansi Lumen ed è uno dei fattori fondamentali da controllare quando si sta per acquistare un nuovo dispositivo.

Fattore estetico e design

Un aspetto non di poco conto riguarda il design: la maggior parte dei televisori attualmente presenti in commercio hanno ormai un design moderno ed elegante, capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di stanza e arredamento.

Tuttavia, le linee sottili e spesso ricurve delle TV esteticamente migliori non possono in alcun modo competere con la bellezza di una stanza adibita a piccolo cinema personale con un videoproiettore a soffitto e uno pannello bianco che corre lungo tutta la parete.

È chiaro che per ottenere un effetto simile è tuttavia necessario una particolare cura dei dettagli in modo da non lasciare cavi scoperti che scendono dal soffitto: senza un adeguato Cable management, infatti, si rischierebbe di ottenere l’effetto opposto e a questo punto, meglio optare per una semplice TV che copra tutti i fili.

Se invece si è disposti a spendere qualcosina in più per ottimizzare esteticamente la gestione dei cavi e per scegliere un telo di proiezione dal design migliore, il risultato ne varrà sicuramente la pena.

Qualità video

Come abbiamo detto precedentemente, la qualità video di un proiettore dipende in larga misura da quanto è illuminata la stanza.

Una volta risolto questo problema di illuminazione, a fare la differenza è lo standard del dispositivo scelto.

Seguendo la stessa logica delle TV, anche i migliori videoproiettori sul mercato presentano diverse risoluzioni e supportano svariati formati di immagine. Per un Home Cinema senza rivali, è bene assicurarsi che il proiettore disponga del formato 16:9 tra quelli a disposizione (ovvero il più utilizzato nei film) e una risoluzione Full HD (1920X1080) o, ancora meglio, 4K.

Non c’è alcun dubbio sul fatto che, scelto un dispositivo con queste caratteristiche e con una buona riproduzione colori, l’esperienza di visione su uno schermo tanto ampio è in grado di superare notevolmente quella che si avrebbe anche con la TV più costosa.

Anche in questo caso bisogna fare particolarmente attenzione ai dettagli: per una qualità video ottimale, le sole specifiche tecniche del proiettore non bastano, ma il telo, la distanza di visione e quella di proiezione possono fare veramente la differenza.

Prestazioni audio

Normalmente i televisori dispongono di un sistema audio incorporato che può essere più o meno performante a seconda della marca e del modello.

Per quanto riguarda i videoproiettori, un fattore da tenere in considerazione è la necessità di installare un sistema audio a parte.

Sebbene diversi modelli di proiettori presenti sul mercato dispongono di già al loro interno di una o più casse per la riproduzione audio, la loro qualità è solitamente molto bassa e spesso peggiore rispetto a quella di un normale televisore. Una volta installato il sistema audio dedicato. Non a caso, uno dei costi maggiori nell’installare un sistema di videoproiezione riguarda proprio la riproduzione audio.

Per migliorare l’audio del televisore si possono acquistare delle soundbar, o per chi ha si intrattiene con la TV di sera magari delle cuffie wireless.

Cable management

Come abbiamo precedentemente accennato, il Cable management di un sistema con videoproiettore non è un fattore di poco conto. Normalmente una TV richiede un minimo di due cavi: quello dell’alimentazione e quello per la ricezione del segnale.

In ogni caso, la gestione dei fili è semplice e solitamente poco ingombrante. Le cose cambiano quando consideriamo un videoproiettore: in questo caso bisogna preventivare una difficoltà maggiore legata al fatto che il dispositivo nella maggior parte dei casi è ancorato al soffitto e lontano da eventuali prese e altri dispositivi.

Inoltre, per poter funzionare correttamente, sono richiesti diversi collegamenti: accanto all’alimentazione, bisogna infatti progettare il collegamento con l’impianto audio e con un computer, un decoder o un altro apparecchio per la riproduzione dei contenuti. La risoluzione di questo problema richiede pertanto non solo fili molto lunghi ma anche un certo investimento economico.

Per evitare ingombri, una soluzione potrebbe essere quella di far correre parallelamente i vari cavi e racchiuderli all’interno di un’apposita copertura fissata al muro.

Un’altra possibile soluzione potrebbe essere quella di acquistare un videoproiettore dotato di WiFi e Bluetooth, ultimamente sempre più diffusi: questo non eliminerà completamente il problema del cablaggio ma consentirà di avere meno fili in circolazione. La scelta, come al solito, dipende dalle proprie esigenze.

Costo totale

Affrontati tutti questi aspetti, arriviamo al punto principale: quanto costa un proiettore? Cosa conviene tra TV e proiettore?

Innanzitutto è bene specificare che, al contrario di quanto si potrebbe pensare, in commercio esistono moltissimi modelli di videoproiettori che grazie anche alla crescente diffusione hanno un costo abbastanza ridotto, persino inferiore a molte Smart TV di ultima generazione.

Tuttavia, per avere un Home Cinema degno del nome che porta bisogna considerare non tanto il prezzo del dispositivo ma il costo totale. Accanto al proiettore è infatti necessario affiancare un ottimo sistema audio che fa lievitare enormemente il prezzo.

A questo va poi aggiunto il telo su cui proiettare i contenuti. Questa voce del totale in realtà è la parte più variabile e quella su cui solitamente si riesce a risparmiare un po’ se necessario: esistono teli estraibili che costano poche decine di euro, fino a veri e propri quadranti fissi che costano centinaia di euro.

Negli ultimi anni, inoltre, sono sempre più diffuse delle tinte per muro specifiche che consentono di proiettare correttamente i contenuti senza dover acquistare un telo apposito. Infine, si aggiungono i costi per il cablaggio e per la sistemazione dei fili.

Tirando le somme, il costo totale per un impianto completo e di buona qualità può arrivare ad essere anche il doppio rispetto a quello delle migliori TV presenti sul mercato, ma tutto dipende dalle scelte personali e dalla qualità che si vuole ottenere.

TV o Videoproiettore: quale scegliere?

Dopo aver confrontato tutti gli aspetti principali che riguardano la scelta tra una TV e un videoproiettore, arriviamo alla domanda fondamentale: cosa scegliere?

La risposta in realtà è abbastanza semplice: la migliore TV in commercio non è in grado di reggere il confronto con un impianto dotato di videoproiettore e realizzato ad hoc.

Tuttavia, come abbiamo avuto modo di vedere precedentemente, un videoproiettore può presentare tutta una serie di svantaggi o, meglio, difficoltà che potrebbero sconsigliarne l’utilizzo.

Volendo riassumere, una TV è la scelta migliore se si ha a disposizione poco spazio e si è impossibilitati ad oscurare interamente la stanza.

Come abbiamo detto, infatti, questi due sono aspetti fondamentali che fanno la differenza sulla qualità di visione. In tutti gli altri casi, il videoproiettore è sicuramente in grado di regalare un’esperienza migliore, anche se è necessario preventivare dei costi maggiori.

Ulteriori approfondimenti su TV e Proiettori

Per approfondire ulteriormente la scelta, questi sono degli articoli che puoi leggere:

Articoli extra sulle TV

Articoli extra sui Proiettori

Crediti immagine iniziale: Cnet


Lorenzo Ricciutelli

Lorenzo Ricciutelli, Autore e Fondatore di Domotica Full. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Sono un appassionato di domotica e smart home ed ogni giorno provo sul campo prodotti smart.


© 2021 Domoticafull.it - Search Nebula - P.I 01622630554 - [email protected]

Domoticafull.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Come guadagniamo.

Chi siamo - Cookie Policy - Privacy Policy - Contatti - Sitemap