Home » Intrattenimento » TV Smart » eARC: cos’è, come funziona e cosa significa

eARC: cos’è, come funziona e cosa significa

tecnologia arc ed earc

Con l’avvento dei nuovi televisori, tra le varie opzioni di connettività ha iniziato a prendere piede la tecnologia ARC, e la sua evoluzione eARC, da poco introdotta sul mercato. Queste tecnologie permettono la trasmissione di dati audio digitali unicamente dalla porte HDMI, senza quindi l’utilizzo di un ulteriore cavo dedicato ottico o analogico.

Questa tecnologia permette di sfruttare al massimo la banda audio disponibile nei file digitali, permettendo anche di godersi al meglio i film e le serie TV preferite, come se foste al cinema.

Che cos’è HDMI ARC e a cosa serve

L’acronimo ARC letteralmente significa “Audio Return Channel“, ed è stata migliorata con l’avvento del successivo sistema eARC.

La sua principale funzione è quella di trasmettere un segnale audio digitale alla massima risoluzione di origine mediante l’utilizzo del solo cavo HDMI. Lo scopo principale di questa tecnologia è quello di avere il miglior audio possibile senza compromessi da trasmettere mediante la propria smart TV.

Tra i vari sistemi supportati vi è il Dolby Digital o DTS 5.1, che permette una qualità audio superiore, così da godersi i film con un audio incredibilmente reale e senza disturbi.

Questa tecnologia si è resa fondamentale per tutti coloro che ricercano grande qualità non solo video ma anche audio. Come ben sapete tutti i TV sono dotati di un’uscita audio con altoparlanti. Questi, tuttavia, sono solitamente poco potenti (di norma i driver consentono potenze tra i 10 Watt ed i 20 Watt), e che quindi non consentono di godere appieno della qualità audio digitale.

Andando quindi ad installare sulla vostra TV un sistema home theatre o una soundbar che supportano la tecnologia ARC (o meglio ancora la nuova eARC) avrete una qualità audio superiore e più definita, senza compromessi, in linea con quanto disponibile oggigiorno sulle principali app di contenuti digitali acquistabili nei principali store delle vostre Smart TV.

C’è anche un risvolto pratico nell’utilizzo della tecnologia ARC, ovvero la possibilità di gestire più dispositivi collegati con un solo telecomando, come potrebbero essere il TV e una soundbar ad esso collegata, senza alcun problema di compatibilità tra i due dispositivi.

Verificare compatibilità del mio TV con HDMI ARC

Per capire se il vostro televisore supporta la tecnologia ARC si può agire in più modi.

In primo luogo, se disponete ancora della scheda tecnica del vostro vecchio TV, potreste guardare direttamente da lì se è compatibile con tale tecnologia. Probabilmente già guardando lo schema delle porte disposte nella parte posteriore del vostro dispositivo.

In alternativa, si può procedere in un altro modo. Di norma, infatti, se una presa HDMI del vostro televisore supporta la tecnologia ARC, quest’ultima sigla è riportata scritta vicino alla presa HDMI adibita al supporto. Dunque, in questo caso, quella porta HDMI agirà non solo sul sistema video, ma anche su quello audio.

Se non doveste essere in grado di controllare, va comunque ricordato che, di norma, la quasi totalità dei televisori prodotti a partire dal 2010 supportano la tecnologia ARC, almeno su una delle porte HDMI disponibili.

C’è comunque da sottolineare che, in buona parte dei casi, l’abilitazione della tecnologia ARC per la determinata presa HDMI va abilitata dalle impostazioni del TV. Quindi, per fare questo, bisogna andare a cercare nel relativo menu del proprio televisore e cercare l’abilitazione della porta HDMI all’utilizzo di ARC.

Che cos’è eARC e a cosa serve

Come ben sappiamo, quando si parla di tecnologia non si rimane mai fermi, ma anzi questa progredisce a ritmi frenetici. E, anche nel caso della tecnologia ARC, è in arrivo la nuova generazione, denominata eARC.

Letteralmente “Enanched Audio Return Channel“, eARC si occupa di gestire le uscite audio e video di alta qualità, quali ad esempio la Dolby TrueHD. Quest’ultima ha una resa ancora migliore della precedente tecnologia Dolby Atmos.

Da un punto di vista tecnico, per ottenere dei risultati migliori rispetto alla precedente ARC, la tecnologia eARC permette una trasmissione di un maggior numero di dati nell’unità di tempo, relativamente a quanto concerne i soli dati audio. Questo è possibile data la larghezza di banda maggiore sfruttabile dallo standard eARC.

eARC è retrocompatibile con ARC?

Questa è la domanda che senza dubbio tutti gli appassionati si staranno facendo appena scoperta l’introduzione della nuova tecnologia eARC. Fondamentalmente potremmo dire di si, ovvero che eARC è retrocompatibile con ARC. Tuttavia, questa risposta va presa con le dovute precauzioni e limitazioni.

Mettiamo l’esempio di un televisore con tecnologia eARC, al quale vogliamo collegare un dispositivio ARC (ad esempio una soundbar). Così facendo non ci dovrebbero essere problemi di compatibilità, e l’unica limitazione è data dai livelli differenti di trasmissione, limitati dal dispositivo più obsoleto (nel nostro caso la soundbar ARC). Potremmo quasi definirla una retrocompatibilità parziale.

Alcuni dispositivi che dispongono della tecnologia HDMI 2.1 possono essere aggiornati nel firmware fino ad arrivare a supportare nativamente la tecnologia eARC. Ovviamente questo dipende dal singolo Produttore, e dalla sua intenzione di fornire un firmware aggiornato.

Allo stesso modo, è utile verificare che il vostro televisore abbia installato l’ultima versione del firmware e software disponibile sul sito proprietario del vostro tv. Così facendo, dovreste avere la quasi certezza che sia attivata l’eventuale compatibilità con il sistema eARC o ARC.

Possiamo comunque rimanere tranquilli, poiché ARC è una tecnologia molto affermata, mentre eARC è appena giunta sul mercato e anzi non è nemmeno presente sulla maggior parte dei televisori attualmente in vendita. Quindi la transizione al nuovo sistema eARC necessiterà ancora di tempo, quindi per ora si potrà andare avanti senza grossi problemi con la tecnologia ARC.

Differenza tra HDMI ARC ed eARC

Come detto in precedenza, la principale differenza tra le due tecnologie ARC ed eARC consiste nella quantità di informazioni che queste sono in grado di trasmettere.

Da un punto di vista prettamente pratico, possiamo individuare come principale differenza tra ARC ed eARC la larghezza di banda e la velocità. Snocciolando qualche dato tecnico, possiamo dire che eARC è in grado di gestire fino a 32 canali audio, compresi dei flussi di dati non compressi a 24bit e 192 kHz. Queste bande sono utilizzate ad esempio sui dischi Blu-ray e Ultra HD Blu-ray.

Dunque, eARC possiede una larghezza di banda maggiore, il che si traduce in un segnale audio non compresso, e che quindi presenta una quantità di dettagli maggiore, oltre a risultare più vivace e ricco. Ecco che quindi è possibile sfruttare appieno la profondità audio sorround di qualità cinematografica, tipica dei formati Dolby ATMOS e DTS:X, formati che la precedente tecnologia ARC non è in grado di sfruttare appieno, sebbene è giusto rendergli merito per la comunque ottima qualità audio prodotta.

Ricordiamo che, per sfruttare al massimo la tecnologia eARC, è anche necessario utilizzare dei cavi HDMI adeguati. In tale ottica, dovrebbero già risultare sufficienti al supporto di eARC i cavi HDMI ad alta velocità con Ethernet. Allo stesso modo sono adatti i cavi HDMI ad altissima velocità di nuova generazione. Come sempre, comunque, utilizzate sempre cavi certificati e che riportino la sigla HDMI originale sulla confezione.

Questi cavi sono facilmente reperibili. Basta infatti andare in un negozio di tecnologia, recarsi nel reparto degli accessori per TV, e lì avrete davanti una vasta scelta di cavi HDMI. Fate solamente attenzione a scegliere un cavo riportante la dicitura “HDMI HIGH SPEED”. Solo così infatti avrete la certezza di poter sfruttare al meglio sia ARC che eARC senza limitazioni di segnale audio.

In alternativa potete reperire il cavo di vostro gradimento sui principali negozi online, ma anche qui controllate bene che sia riportata la dicitura “HDMI HIGH SPEED”, e che soprattutto i cavi provengano da rivenditori affidabili e che siano cavi di assoluta qualità, pena la resa non ottimale e il rischio di rotture nel breve periodo. Sempre meglio spendere qualcosa in più ed essere certi della bontà del prodotto.

Come attivare HDMI ARC?

Per attivare ARC sul vostro televisore, molto dipenderà dalla marca del vostro TV e dal sistema operativo installato. A grandi linee possiamo fare una distinzione tra i vari marchi. Qui di seguito riportiamo i marchi più gettonati tra il pubblico.

Comunque, nel caso il vostro TV non sia menzionato oppure sia di un marchio differente, vi sarà comunque possibile ricercare tra le impostazioni relative all’audio o alle porte HDMI e vedere di attivare la tecnologia ARC.

Per alcuni dispositivi la tecnologia è già impostata di fabbrica, quindi non è necessario andare a modificare le impostazioni, e quindi basterà semplicemente collegare la soundbar o l’home theater al televisore con il giusto cavo HDMI, e nella giusta porta, e questi funzioneranno automaticamente.

HDMI ARC su Televisore SONY

Se li vostro TV è marchiato SONY, dovrete seguire questa procedura. Per prima cosa, dovrete cliccare o il tasto Home o il tasto Menu dal telecomando, quindi selezionare Setting o Setup, selezionare HDMI. Ora cliccate su Controllo Per HDMI (o Control for HDMI) e selezionare ON. Dunque sarà possibile collegare il vostro dispositivo nella porta HDMI che supporta ARC o eARC e avviarlo.

Per la compatibilità precisa dei vostri dispositivi, le serie compatibili sono: Android TV Sony del 2018 serie AF9 e ZF9; del 2019 serie XG85, XG87, XG95, AG9, ZG9; del 2020 serie XH85, XH95, A8, A9S, XH90/92, ZH8; Google TV del 2020 serie X80/81/82J, X85/89J, X90/92/93/94J, X95J, A80//83/84J, A90J, Z9J.

É comunque consigliabile di controllare se il vostro dispositivo SONY abbia installato l’ultimo software disponibile.

HDMI ARC su Televisore Samsung

Per quanto riguarda i televisori Samsung, a meno che non si disponga di un sistema Home Cinema Samsung o una soundbar proprietaria, bisogna provvedere ad attivare sulla propria Smart TV il sistema Anynet+ (HDMI CEC). Per fare questo, bisogna distinguere dai TV.

Per TV a partire dal 2017 (serie T/Q, R/Q, N/Q, M/Q) bisogna entrare in Home, quindi Impostazioni, poi Generale, Gestione dispositivo esterno, Anynet+ (HDMI CEC).

Per TV del 2016 (serie K) è necessario entrare in Home, Impostazioni, Sistema, Impostazioni esperte, Anynet+ (HDMI-CEC)

Invece, per le SmartTV della serie J (2015) la procedura da seguire è la seguente: Menu, Sistema, Anynet+ (HDMI-CEC).

Ovviamente bisogna controllare di utilizzare la porta segnata con HDMI ARC.

HDMI ARC su Televisori LG

Se siete possessori di un televisore marchiato LG, questo dovrebbe passare automaticamente alla modalità ARC non appena si collega il sistema Home Theater alla TV, utilizzando la presa HDMI dedicata.

Nel caso questo non dovesse accadere, la causa principale è quella di un cavo non idoneo, oppure non si è attivata la modalità SIMPLINK. In tale caso, controllare nelle impostazioni se tale modalità è attiva sia sulla TV sia sul sistema Home Theater, e che la modalità audio sia impostata su ARC.

FAQ e Domande Frequenti

ARC ed eARC funzionano con ogni cavo HDMI?

No, queste tecnologie funzionano con cavi HDMI ad alta velocità con Ethernet ed i nuovi cavi HDMI Ultra High Speed.

Posso attivare eARC con un aggiornamento software?

Generalmente no, ma puoi consultare l’azienda del produttore per avere la conferma.

Quali formati audio sono supportati?

Con ARC ed eARC sono supportati i formati audio ad alto bitrate più recenti: DTS Master, DTS:X, Dolby TrueHD, Dolby Atmos ed altri meno comuni.

I prodotti dotati di ARC sono compatibili anche con eARC?

Forse. I produttori possono realizzare prodotti compatibili sia con eARC che ARC. Tuttavia eARC non è retrocompatibile con ARC.

Conclusioni e considerazioni finali

La tecnologia ARC è senza dubbio una rivoluzione nel settore del home entertainment, garantendo la possibilità agli utenti di godere di film e serie TV al massimo della qualità audio oltre a quella video.

La tecnologia audio è stata per tanto, forse troppo tempo messa in disparte, dai tempi dell’introduzione dei primi dolby sorround. Con la tecnologia ARC, e la nuova eARC, si sta assistendo ad un nuovo cambio di passo nel godimento di una qualità audio paragonabile a quella del cinema.

Sicuramente, nel caso doveste cambiare la vostra televisione, è consigliabile acquistarne una che è già predisposta per la tecnologia eARC. Lo scotto da pagare è l’utilizzo degli accessori di cui già si dispone, che anche se retrocompatibili, non garantiscono le stesse performance dei dispositivi che supportano nativamente la eARC.

Consigliabile poi procurarsi i cavi adatti a trasmettere la meglio la larghezza di banda della tecnologia eARC.

Una volta provato un televisore e relativi dispositivi con tecnologia eARC, siamo certi che non saprete più tornare indietro, e godere della vostra TV avrà tutto un altro sapore.

In definitiva, se siete dei cinefili accaniti o divorate serie TV a raffica, il passaggio ad un televisore che supporta la tecnologia eARC e relativa soundbar o sistema home theater che sia è una tappa obbligata, che non vi farà rimpiangere la visione al cinema.

Non solo film e serie TV, difatti questa tecnologia potrebbe interessare anche ai fanatici di videogiochi e console, sempre più definite sia nei dettagli video, sia in quelli audio, con un realismo davvero incredibile. Dunque, anche in questo caso il passaggio al nuovo standard eARC potrebbe voler significare un ulteriore passo verso un realismo di gioco senza compromessi, in linea con quanto di buono già presente a livello video.


Lorenzo Ricciutelli

Lorenzo Ricciutelli, Autore e Fondatore di Domotica Full. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Sono un appassionato di domotica e smart home ed ogni giorno provo sul campo prodotti smart.


© 2021 Domoticafull.it - Search Nebula - P.I 01622630554 - [email protected]

Domoticafull.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Quando compri passando per i nostri link, potremmo ricevere una commissione. Come guadagniamo

Chi siamo - Cookie Policy - Privacy Policy - Contatti - Sitemap