Home » Intrattenimento » TV Smart » Dimensioni della TV e distanza di visione ideale: Tabella e consigli

Dimensioni della TV e distanza di visione ideale: Tabella e consigli

dimensioni e distanza della televisione

In questa pagina troverai le risposte a due delle principali domande che vengono fatte al momento di scegliere la televisione: quali sono le dimensioni della TV (in base al pollici) e da che distanza vedere la televisione.

La televisione ha acquisito nel corso del tempo all’interno della casa sia una valenza funzionale sia estetica, pertanto merita di essere posizionata nello spazio secondo criteri ben definiti.

Per questo motivo, è molto importante scegliere il modello che maggiormente risponde alle esigenze di spazio e che si colloca perfettamente nell’area che gli è stata riservata.

Nell’articolo troverete una serie di accorgimenti che vi permetteranno di acquistare la tipologia corretta in termini di forma e dimensione, stabilendo quali sono i parametri da tenere in considerazione quando si decide di compiere un investimento di questo genere.

Pollici, centimetri, grandezza della stanza, posizionamento migliore, questi sono solo alcuni dei temi che verranno trattati per permettervi di inserire nel vostro arredo la soluzione più idonea.

Tabella dimensioni TV: da pollici a centimetri

Ecco quali sono le dimensioni della TV, con conversione da pollici (inch) a centimetri (cm):

TipoDiagonaleDimensioni
TV 20″50,8 cm44,3 x 24,9 cm
TV 22″55,9 cm48,7 x 27,4 cm
TV 24″61,0 cm53,1 x 29,9 cm
TV 26″66,0 cm57,6 x 32,4 cm
TV 28″71,1 cm62,0 x 34,9 cm
TV 30″76,2 cm66,4 x 37,4 cm
TV 32″81,3 cm70,8 x 39,8 cm
TV 36″91,4 cm79,7 x 44,8 cm
TV 37″94,0 cm81,9 x 46,1 cm
TV 39″99,1 cm86,3 x 48,6 cm
TV 40″101,6 cm88,6 x 49,8 cm
TV 42″106,7 cm93,0 x 52,3 cm
TV 43″109,2 cm95,2 x 53,5 cm
TV 45″114,3 cm99,6 x 56,0 cm
TV 48″121,9 cm106,3 x 59,8 cm
TV 49″124,5 cm108,5 x 61,0 cm
TV 50″127,0 cm110,7 x 62,3 cm
TV 52″132,1 cm115,1 x 64,8 cm
TV 55″139,7 cm121,8 x 68,5 cm
TV 60″152,4 cm132,8 x 74,7 cm
TV 65″165,1 cm143,9 x 80,9 cm
TV 70″177,8 cm155,0 x 87,2 cm
TV 75″190,5 cm166,0 x 93,4 cm
TV 80″203,2 cm177,1 x 99,6 cm
TV 85″215,9 cm188,2 x 105,8 cm
TV 88″223,5 cm194,8 x 109,6 cm
TV 100″254,0 cm221,4 x 124,5 cm
Tabella dimensioni televisioni (pollici – centimetri)

Pollici e centimetri: facciamo chiarezza

Molto spesso si sente parlare della misura in pollici quando ci si riferisce a uno schermo televisivo, che consiste nel calcolo della diagonale del rettangolo, che può essere eseguita manualmente anche dal telespettatore.

Per esprimere tale misura in un’unità meglio conosciuta, è opportuno sapere che un pollice corrisponde a 2,54 centimetri, elemento utile per comprendere quando sarà realmente ingombrante il monitor e a quale distanza è opportuno porsi per riuscire a godere di immagini e colori nel migliore dei modi, soprattutto se si compie un investimento importante in termini di risoluzione e tecnologia applicata.

Nel settore sono state stabilite delle distanze standard, che possono aiutare a posizionare correttamente il divano o la poltrona in base alla definizione della televisione.

Nel caso di una variante standard, si tende a considerare la diagonale moltiplicandola per un coefficiente di 3.5,mentre per la versione HD il numero scende a 2.5 fino a diminuire a 1.5 nel caso di UHD 4K, il top della gamma in questo momento storico.

Per riassumere, più alta è la definizione e meno spazio sarà necessario anteporre tra noi e lo schermo per assaporare qualsiasi genere di contenuto che viene trasmesso soprattutto dai moderni canali via cavo e on demande, che si affidano principalmente all’HD.

Come calcolare la dimensione di un televisore

Rispondiamo ad una domanda molto comune in questo settore: come si calcola la dimensione di una TV?

Per calcolare esattamente quanto un televisore occuperà all’interno dello spazio che gli è stato destinato, è opportuno ottenere la sua esatta misura, calcolata in centimetri.

Al momento dell’acquisto, solitamente vi viene fornito il dettaglio il pollici, ma basterà compiere l’equivalenza secondo i parametri citati nel paragrafo precedente per ottenere un’idea esatta, associando cioè a un pollice 2,5 centimetri.

Sarà sufficiente partire dallo spigolo posto sulla parte superiore, arrivando fino a quello opposto per ottenere la perfetta lunghezza della diagonale.

In questo modo avrete la possibilità di stabilire anche la distanza corretta dalla seduta indipendentemente dalla sua natura, dalla quale avrete modo di osservare lo schermo, in modo da godere dei colori e della profondità delle immagini in movimento, qualsiasi sia il contenuto.

Le televisioni moderne trasmettono infatti film, animazione, eventi sportivi, serie avvincenti o giochi digitali, regalando ad ogni opzione la giusta rappresentazione ed esaltando quelle che sono le caratteristiche peculiari di ognuno di questi intrattenimenti tanto di moda.

Come e dove posizionare il televisore

Ritagliarsi del tempo per vedere la televisione in tranquillità significa godere del massimo del comfort dal punto di vista della comodità. Per raggiungere questo obiettivo, è molto importante posizionare lo schermo in maniera corretta, sia per quanto riguarda la distanza dalla seduta, sia per l’angolazione migliore.

Il suggerimento è di porre il monitor davanti al divano o alla poltrona, in una posizione centrata, così che la testa non debba ruotare verso destra o verso sinistra in maniera innaturale.

Solitamente si prestano maggiormente a questo obiettivo le pareti perpendicolari, che soffrono meno la presenza dei riflessi della luce naturale o artificiale.

Sarebbe opportuno che gli occhi fossero all’altezza del bordo più basso del televisore, in modo da non alzarsi e abbassarsi continuamente per fruire dell’intrattenimento.

La postazione migliore, quindi, è quella frontale, appendendo direttamente la televisione al muro oppure poggiandola su un mobile non troppo alto o basso.

Inoltre, fate in modo che non vengano riflesse fonti di luce provenienti dalle finestre, che potrebbero pregiudicare la visuale durante alcune ore del giorno.

Allo stesso modo, se possedete dei faretti, non puntateli direttamente sull’apparecchio ma nella zona limitrofa, così che non creino fastidi.

Un altro fattore da considerare è quello della presa di corrente, che deve essere posta in prossimità per evitare che i fili siano eccessivamente tirati o visibili, creando un effetto davvero sgradevole alla vista.

Inoltre, verificate che il supporto sul quale l’apparecchio viene posizionato sia adeguatamente solido e stabile, per evitare che cada e si rompa irrimediabilmente dopo aver comunque compiuto un esborso di denaro di una certa entità.

Distanza ideale di visione

Sin da piccoli ci viene detto di non posizionarci troppo vicino al televisore, poiché a lungo andare una fonte luminosa così potente potrebbe creare problemi alla vista.

La corretta distanza dallo schermo non è tuttavia importante solo in termini di salute, perché determina la migliore fruizione delle immagini in base al tipo di definizione posseduta dal modello acquistato.

In linea generale, vige la regola che maggiore è la definizione, partendo quindi dall’UHD, passando per l’HD e arrivando alla visione standard, minore dovrà essere lo spazio presente tra voi e il monitor.

Il consiglio è di calcolare correttamente i pollici, misurando la diagonale da spigolo a spigolo, per poi moltiplicarli per un coefficiente di 1,5, 2,5 o 3,5 a seconda delle tre modalità sopra citate.

Uno spazio troppo ridotto potrebbe infatti rendere l’animazione più sgranata, mentre uno eccessivamente ampio determina una minore nitidezza dei colori, perdendosi l’aspetto davvero interessante della tridimensionalità che alcune case produttrici sono riuscite a creare nel tempo.

Tabella distanza TV (in base alla risoluzione)

Tabella per controllare la distanza da cui guardare la televisione in base alle dimensioni e alla risoluzione:

TipoHDFull HD4K Ultra HD
TV 20″1,2 – 2,1 m0,8 – 1,2 m0,4 – 0,8 m
TV 30″1,8 – 3,2 m1,2 – 1,8 m0,6 – 1,2 m
TV 40″2,3 – 4,4 m1,6 – 2,3 m0,8 – 1,6 m
TV 50″2,9 – 5,5 m2,0 – 2,9 m0,9 – 2,0 m
TV 60″Oltre 3,6 m2,3 – 3,6 m1,1 – 2,3 m
TV 70″Oltre 4,2 m2,8 – 4,2 m1,3 – 2,8 m
TV 80″Oltre 4,8 m3,1 – 4,8 m1,5 – 3,1 m
TV 90″Oltre 5,3 m3,6 – 5,3 m1,7 – 3,6 m
TV 100″Oltre 6,0 m4,0 – 6,0 m1,8 – 4,0 m

Come scegliere le dimensioni del televisore

Il mercato offre ai propri clienti un vasta gamma di televisori, che possiedono caratteristiche diverse in termini di design, tecnologia interna, connettività e soprattutto dimensioni.

È quidi molto importante adattare il modello migliore alla stanza nella quale si desidera posizionarlo, che sia un salone di medie o grandi dimensioni, una cucina o una camera da letto.

Solitamente, il primo ambiente necessita di una soluzione più grande e visibile, mentre per le stanze secondarie è preferibile selezionare varianti più contenute in altezza e larghezza.

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono le misure maggiormente vendute nel settore, quali caratteristiche le contraddistinguono e a quale esigenze si adattano meglio.

In questo modo avrete la possibilità di compiere una scelta del tutto consapevole di ogni elemento, così da investire il vostro denaro in una soluzione che possa essere soddisfacente non solo nel breve, ma anche nel medio e lungo termine.

Ricordate che uno schermo di maggiori dimensioni certamente permette di vivere l’esperienza in maniera molto più godibile, poiché tutti i parametri come il colore, la saturazione, la tridimensionalità e la nitidezza verranno percepiti meglio dai telespettatori.

24-32 pollici

Partiamo dai modelli di televisione più contenuti, che solitamente vengono posizionati in zone come la cucina o la stanza degli ospiti.

Solitamente in tali aree la seduta si trova al massimo a 2 metri di distanza, permettendo una visuale soddisfacente seppure le dimensioni sono ridotte.

La diagonale si aggira attorno ai 60-80 cm, rendendo comunque piacevole la visione di qualsiasi evento trasmesso.

La base può essere costituita da due piedini posti in prossimità della parte bassa della cornice, da un piedistallo centrale che consente una discreta rotazione, oppure non essere affatto presente e offrire invece dei ganci posteriori per apporre direttamente lo schermo al muro, così da selezionare l’altezza migliore a seconda dell’altezza della seduta e della persona.

40-43 pollici

Salendo leggermente di livello, troviamo una tipologia di televisori leggermente più ampia, che si presta ad essere posizionata in ambienti intimi come la camera da letto.

In questo caso la misura della diagonale tende ad aumentare fino a 100-106 cm, richiedendo una distanza di visuale di circa 2,5 metri.

Questo parametro varia anche a seconda della definizione, poiché più questa sarà maggiore e più sarà possibile avvicinarsi al monitor.

Se state cercando la soluzione ideale per la camera dei più piccoli o per un salone di modesta metratura, probabilmente è il caso di optare per dimensioni di questo genere.

44-50 pollici

Coloro che trascorrono diverse ore della giornata davanti a uno schermo televisivo, amano che ogni evento sia visionato al massimo delle proprie potenzialità, potendo cogliere ogni dettaglio di un film, una serie tv o una manifestazione sportiva.

La misura in questione consente di ottenere tali risultati nel migliore dei modi, facendo una splendida figura in tutti quegli ambienti decisamente spaziosi.

In particolar modo, anche l’impatto estetico all’interno di un salone grande sarà più accattivante, poiché uno schermi di dimensioni più ridotte risulterebbe del tutto fuori contesto.

La diagonale varia dai 120 ai 129 centimetri, fornendo al telespettatore tutto lo spettacolo di cui ha bisogno dopo una lunga giornata di lavoro.

53-65 pollici

I film d’azione, ricchi di effetti speciali, sono perfetti per una piacevole serata al cinema. Tuttavia, non è sempre possibile recarsi presso una sala, pertanto perché non ricreare una simile atmosfera all’interno della propria casa?

Optare per una televisione da 53-65 pollici significa seguire ogni dettaglio della pellicola, oppure avere l’impressione di trovarsi direttamente in campo durante una partita di calcio.

Se accompagnamo una diagonale di 164 cm alla tecnologia più avanzata in termini di definizione, audio e connettività, il risultato sarà quello del grande schermo.

In questo caso, il suggerimento è di porre la seduta a una distanza di circa 3-4 metri, per evitare che gli occhi siano eccessivamente sollecitati dal colore e si perda la qualità dell’animazione.

Ideale sarebbe appendere il monitor direttamente a una parete perpendicolare, così che la sia parte bassa sia all’altezza giusta e soprattutto non giungano fonti di luce che potrebbero creare un fastidioso riflesso, rovinando il relax.

70-85 pollici

Terminiamo la carrellata dei televisori di diverse dimensioni con il top della gamma, uno schermo dalla grandezza imponente.

Questo si presta ad essere collocato all’interno di open space decisamente ampi o di contesti affollati, dove persone a una certa distanza devono godere delle immagini nella maniera migliore.

Con i suoi 189 centimetri di diagonale, questo modello può essere posizionato sopra un mobile basso o direttamente a terra, grazie alla presenza di una base centrale che ne consente la rotazione o di due piedini laterali che lo stabilizzano al suolo.

L’esperienza che avrete la possibilità di godere è totale, qualsiasi sia il contenuto che desiderate regalarvi in quel momento.

Visionare un film hollywoodiano, tifare la propria squadra di calcio, appassionarsi a una serie tv oppure giocare a un video game non sarà mai stato così piacevole e realistico, poiché vi sembrerà quasi di trovarvi immersi all’interno della storia.

In questo caso la risoluzione è solitamente ai massimi livelli e la distanza della seduta può essere aumentata di diversi metri senza tuttavia perdere gli aspetti positivi che l’apparecchio è in grado di offrire.

FAQ e Domande Frequenti

A quanti centrimetri corrisponde un pollice?

Un pollice (inch) corrisponde esattamente a 2,54 centrimetri (cm).

Come si calcola la distanza di visione di una TV?

Per scoprire la distanza di visione ideale di una televisione bisogna moltiplicare le dimensioni dello schermo per 1,5 e 2,5 nel caso di un Full HD e di 1 o 1,5 nel caso di un televisore 4K.

Conclusioni e considerazioni finali

Come avrete avuto modo di osservare, la grandezza di una televisione riveste un ruolo fondamentale nella buona fruizione di un film o di un evento sportivo, poiché determina non solo una migliore esperienza ma anche come deve essere distribuito lo spazio circostante.

Se si possiede uno spazio ridotto tra parete e seduta, sarà pertanto consigliato optare per una soluzione più piccola o dalla risoluzione maggiore, mentre se lo scopo è arredare un salone open space o comunque dalla metratura importante, è possibile aumentare i pollici ed arrivare fino al top della gamma.

Il suggerimento è quindi quello di prendere tutte le misure del caso con precisione e agire secondo i pochi e semplici parametri che sono stati trattati in questo articolo, che sono tuttavia essenziali per vivere a pieno il cinema e l’intrattenimento che le numerose soluzioni moderne offrono.


Lorenzo Ricciutelli

Lorenzo Ricciutelli, Autore e Fondatore di Domotica Full. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza. Sono un esperto di domotica e smart home ed ogni giorno provo sul campo prodotti smart.


© 2017-2022 Domoticafull.it - Search Nebula - P.I 01622630554 - [email protected]

Domoticafull.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Amazon e il logo Amazon sono marchi registrati di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Quando compri passando per i nostri link, potremmo ricevere una commissione. Come guadagniamo

Chi siamo - Cookie Policy - Privacy Policy - Contatti - Sitemap