Skip to main content

Migliori splitter HDMI 2024: Guida all’acquisto

  • Pubblicato:
    16 Gennaio 2024
  • Categoria:

Guida all’acquisto completa di recensioni ai migliori splitter HDMI.

Se si ha un televisore dove è presente soltanto un’uscita HDMI e si vogliono collegare più schermi contemporaneamente, allora l’unica soluzione è acquistare uno splitter HDMI, un dispositivo che è in grado di moltiplicare il segnale audio e video su più monitor.

i migliori splitter HDMI

Lo splitter è utile se si usano diversi schermi, ad esempio per visualizzare un filmato sia sulla tv che sul monitor del pc, difatti viene anche definito come sdoppiatore di segnale. In questo articolo vi spiegheremo come funzionano uno splitter HDMI, la differenza con lo switch HDMI e quali sono i migliori modelli in vendita.

I migliori splitter HDMI

Ecco i migliori splitter HDMI:

  • Pupow Splitter HDMI a 2 vie
  • Yiany – Splitter HDMI 1 in 2 Out 4k 3D
  • Splitter HDMI Gana 3 in 1
  • Splitter Gana 4k@60Hz
  • Musou Splitter HDMI 1×4
  • Splitter HDMI Lindy 38159
  • FeinTech VSP01401 HDMI 2.0 Splitter 1 su 4
  • ROFAVEZCO Splitter 8K 60Hz
  • ROFAVEZCO Splitter HDMI 2.1 4K 120Hz 1×4

Pupow Splitter HDMI a 2 vie

Pupow Splitter HDMI a 2 vie

Pupow Splitter HDMI a 2 vie è un divisore che prevede 1 ingresso e 2 uscite ed è compatibile con tutti i dispositivi dotati di porta HDMI come PC, console di gioco, lettori DVD blu-ray, Apple TV e quant’altro. Dunque, duplica lo schermo per permettere di vedere il contenuto che si sta riproducendo in due luoghi diversi contemporaneamente.

Nella confezione è presente lo splitter con un cavo di tipo C e il manuale per gestire i collegamenti correttamente. La struttura esterna è stata realizzata in alluminio per garantire resistenza fisica ad un eventuale urto. Le sue dimensioni sono pari a 10,4 cm di lunghezza con 8,4 cm di larghezza mentre l’altezza è di 1,9 cm per un peso complessivo di soli 80 g. Ha una velocità di trasferimento dati pari a 10,2 Gigabit al secondo con larghezza di banda elevata. Inoltre, è compatibile con formati 4K e 3D.

La configurazione è semplice perché è sufficiente collegare i dispositivi tramite lo splitter e quindi usare il cavo di ricarica USB con relativo adattatore da 5 volt. Le immagini sono nitide perché il dispositivo supporta risoluzione ottimali come quella 4K e 1080 pixel con frequenza a 60 Hz. La scelta di realizzare la struttura esterna in alluminio è ottimale in quanto migliora la resistenza alla dissipazione del calore. Infine, in questo modo si riesce anche a ridurre la possibilità interferenza del segnale migliorando la qualità.

Yiany – Splitter HDMI 1 in 2 Out 4k 3D

Yiany - Splitter HDMI 1 in 2 Out 4k 3D

Quello di Yiany uno splitter molto semplice ma estremamente utile perché riceve in ingresso il segnale e lo riproduce in due uscite con porte HDMI. Ad esempio, si potrebbe ricevere in ingresso il segnale da una sorgente HDMI come il personal computer e riprodurre il tutto su un televisore oppure un proiettore. È uno splitter molto versatile perché permette di riprodurre contenuti con una risoluzione fino a 4K e 30 Hz di frequenza. È compatibile con le riproduzioni in 3D e con 1080P.

Le dimensioni sono contenute e in particolare ha una lunghezza di 6,2 cm con 5,3 cm di larghezza e 1,3 cm di altezza. Il peso è di soli 20 grammi e può sopportare in ingresso diverse tipologie di dispositivi come Xbox, Sky Q Box, Apple TV e Blu-Ray. Nella confezione è presente lo splitter e un cavo di ricarica micro USB, però, senza adattatore.

La struttura esterna è stata realizzata con un materiale resistente che consente di mettere al riparo il circuito interno da possibili danni in caso di caduta ed è utile per gestire correttamente la dissipazione del calore. È dotato di un chip tecnologicamente avanzato in grado di analizzare ed elaborare dati fino a una larghezza di banda di 225 MHz.

Splitter HDMI Gana 3 in 1

Splitter HDMI Gana 3 in 1

Splitter HDMI Gana 3 in 1 è un modello differente dagli altri in quanto riceve in ingresso 3 segnali e ne riproduce 1. Può essere visto come una sorta di selettore (sdoppiatore) del segnale di ingresso tant’è che prevede un apposito tastierino per selezionare la sorgente di interesse da riprodurre a video. Per semplificare la selezione ci sono tre Led numerati, quello selezionato rimane acceso. Riesce a riprodurre fino ad una risoluzione 4K. Non prevede alimentazione aggiuntive perché ottiene l’energia necessaria dalla sorgente a cui è collegato attraverso le porte HDMI.

È dotato di un connettore placcato in oro 24k che offre prestazioni importanti non solo per quanto riguarda la qualità del trasferimento dei dati ma anche in tema di resistenza alle possibili corrosioni, riducendo anche l’ossidazione. Lo si può usare per diverse esigenze come gestire un televisore che viene utilizzato per giocare con la propria console, visualizzare contenuti multimediali presenti su un hard disk esterno oppure tutto quello che si riceve in ingresso da un personal computer.

In questo modo non si dovrà più cambiare manualmente il collegamento ma semplicemente cliccare sullo switch per scegliere la sorgente da riprodurre a video. Il cavo in uscita ha una lunghezza di 53 cm e il dispositivo è compatibile con qualsiasi ingresso HDMI.

Splitter Gana 4k@60Hz

Splitter Gana 4k@60Hz

Splitter Gana 4k@60Hz è un modello bidirezionale in grado di gestire in ingresso 1 segnale e di restituirne 2 senza eventuali perdite di qualità e distorsioni. È un commutatore realizzato con uno stile moderno ed estremamente compatto nelle dimensioni tant’è che misura 5,1 cm di lunghezza, 4,9 cm di larghezza e 1,51 cm di spessore per un peso complessivo di 48 grammi. È un prodotto compatibile con tutti i dispositivi che permettono il trasferimento dei dati tramite porte HDMI e la velocità di trasferimento può raggiungere i 18 Gigabit al secondo.

La struttura esterna è stata realizzata in alluminio perché questo genere di metallo offre le migliori prestazioni possibili per quanto riguarda la protezione da eventuali urti e per gestire correttamente la dispersione del calore. La qualità delle immagini è garantita da una risoluzione 4K con frequenza a 60 Hz. Inoltre, supporta deep color a 36 bit per canale e diversi formati audio come DTS Digital e Dolby Digital.

Da sottolineare che non consente di visualizzare due monitor contemporaneamente e che l’uscita deve essere selezionata tramite questo commutatore utilizzando l’apposto pulsante presente sulla parte superiore. Quando la commutazione avviene correttamente si accende anche il corrispondente Led che ricorda il numero di porta attivata in uscita.

Musou Splitter HDMI 1×4

Musou Splitter HDMI 1x4

Si tratta di una particolare tipologia di splitter che può essere visto come un ripartitore di segnale. Le sue caratteristiche permettono di ricevere in ingresso 1 input e di restituirlo su quattro output differenti. Le uscite consentono di riprodurre segnali audio e video di grande qualità in quanto supporta la risoluzione 4K a 30 Hz di frequenza e gli effetti visivi tridimensionali. Inoltre, è in grado di sincronizzare perfettamente la traccia audio con quella video per avere la migliore esperienza possibile a prescindere dalla sorgente.

È compatibile con tutti i dispositivi che interagiscono tramite porte HDMI come nel caso di personal computer e console. La larghezza di banda massima gestibile è di 350 MHz e sono diversi i formati audio supportati come il Dolby True HD, LPCM 7.1 e DTS. La velocità di trasmissione dei dati avviene a 10,2 GB per secondo e l’amplificazione del segnale avviene correttamente utilizzando un cavo al massimo lungo 15 metri.

Le sue dimensioni sono leggermente più ampie rispetto agli altri dispositivi Aache perché deve gestire quattro segnali in uscita e per la pressione, ha una lunghezza di 19,8 cm con 14,7 cm di larghezza e uno spessore di 5,4 cm. Il peso è di 360 grammi.

Splitter HDMI Lindy 38159

Splitter HDMI Lindy 38159

Lo splitter HDMI Lindy 38159 è un modello concettualmente semplice ma affidabile e funzionale. In particolare, riceve in ingresso 1 segnale e lo ripropone su 4 uscite differenti. L’uscita attivata viene opportunamente segnalata da un LED presente sulla parte frontale dove c’è anche il pulsante per l’accensione e lo spegnimento. Riesce a gestire, senza problemi, segnali che hanno una larghezza di banda massima pari a 300 MHz.

C’è ampia compatibilità per quanto riguarda il segnale audio che può essere Dolby TrueHD, Dolby Digital Plus e DTS-HD Master Audio. La risoluzione massima dell’immagine è 4K ed inoltre supporta gli effetti visivi in 3D. Le dimensioni sono contenute tenendo conto che si tratta di uno splitter che propone quattro porte HDMI in uscita e infatti ha una lunghezza di 14,6 cm con 7,1 cm di larghezza e 2,5 cm di spessore.

Il peso è di 305 grammi per cui facilmente trasportabile da una parte all’altra. È uno splitter compatibile con qualsiasi genere di dispositivo che permette il collegamento per il trasferimento dati tramite porte HDMI.

FeinTech VSP01401 HDMI 2.0 Splitter 1 su 4

FeinTech VSP01401 HDMI 2.0 Splitter 1 su 4

FeinTech VSP01401 HDMI 2.0 è un modello adatto per chi vuole riprodurre un segnale in ingresso in 4 uscite differenti utilizzando le porte HDMI per il collegamento. Dunque, è compatibile con tutti i dispositivi che utilizzano questo standard di collegamento e inoltre presenta il controllo EDID che consente di ottimizzare la compatibilità tra dispositivi con diversi standard di immagini e di suono. In pratica, con questo funzionamento si riesce a ridimensionare tutto con uno standard per la risoluzione che va dai 4K a 1080 pixel per TV Full HD.

Supporta le porte HDMI 2.0 Max e il trasferimento dati può avvenire ad una velocità di 18 gigabyte al secondo e con una risoluzione pari a 3.840 x 2160 pixel con frequenza di 60 Hz. Le caratteristiche tecniche di questo dispositivo permettono di riprodurre perfettamente i dati su qualsiasi dispositivo che interagisce con porte HDMI a patto di utilizzare un cavo della lunghezza massima di 15 metri per evitare distorsioni.

Questo è dovuto soprattutto alle prestazioni garantite dal sistema di amplificazione del segnale già presente nello splitter. La struttura esterna è stata realizzata in alluminio per proteggere da urti e gestire al meglio la dissipazione del calore, aspetto quest’ultimo essenziale per prevenire possibile danneggiamenti al circuito.

ROFAVEZCO Splitter 8K 60Hz

ROFAVEZCO Splitter HDMI 2.1 4K 120Hz 1x4

Si tratta di uno splitter con 1 segnale di ingresso e ne restituisce 2 in uscita. Un prodotto molto compatte per cui non ci sono problematiche per quanto riguarda l’ingombro. In particolare, ha una lunghezza di 12,1 cm, 6,4 cm di larghezza e 2,6 cm di spessore.

Il peso complessivo è di 100 grammi ed è dotato di gestione EDID per cui viene ottimizzata la compatibilità tra formati differenti dei vari dispositivi collegati offrendo uno standard di una risoluzione 4K. È compatibile con tutti i dispositivi che prevedono il collegamento tramite porte HDMI e consente un’uscita simultanea a 4K con 120 Hz e a 1080px sempre a 120 Hz.

Nella confezione è presente, oltre alle dispositivo, un cavo tipo-C e il manuale. La struttura esterna è realizzata con un metallo leggero ma al tempo stesso resistente e ottimale per quanto riguarda la dissipazione del calore che è un problema molto importante soprattutto nelle riproduzioni di lunga durata.

ROFAVEZCO Splitter HDMI 2.1 4K 120Hz 1×4

ROFAVEZCO Splitter HDMI 2.1 4K 120Hz 1x4

ROFAVEZCO Splitter HDMI 2.1 è un modello che riceve ingresso 1 segnale e ne restituisce 4 in uscire tramite porte HDMI. Le prestazioni sono rilevanti, in quanto il segnale viene messo a disposizione sui quattro canali di uscita a una risoluzione 8k e 60 Hz di frequenza. In alternativa è possibile anche ottenere una risoluzione 4K con 120 Hz.

Consente la conversione EDID per ottimizzare la compatibilità tra dispositivi differenti attraverso dei selettori per settare la configurazione migliore. Sul dispositivo c’è anche il comando per settare le impostazioni dello scaler.

Nella confezione di vendita, oltre allo splitter, c’è anche l’adattatore di alimentazione, delle fascette per ottimizzare la gestione dei vari cavetti e il manuale per scoprire tutte le potenzialità del prodotto. La struttura è realizzata in alluminio per proteggere e per ottimizzare la gestione delle temperature. Le dimensioni sono pari a 19,3 cm di lunghezza, 14 cm di larghezza e 8,6 cm di altezza per un peso complessivo di 430 grammi.

Che cos’è, come funziona e a cosa serve

I televisori o i monitor da gaming presentano solitamente un’unica uscita HDMI, quindi si può inviare il segnale solo a un monitor, di conseguenza non si possono collegare più schermi in contemporanea.

Per risolvere il problema, sono stati creati gli splitter HDMI, che hanno il compito di moltiplicare il segnale audio e video proveniente da un monitor su più dispositivi. Lo splitter è composto da un semplice cavo HDMI da inserire nello schermo principale e da una scatoletta dove sono presenti ulteriori uscite HDMI, il numero dipende dal modello che avete acquistato.

Per comprendere come funziona questo dispositivo è opportuno fare un esempio: state guardando un filmato sul pc e volete riprodurlo sia sulla tv di casa che su un altro monitor, per farlo è necessario collegare più cavi HDMI che trasmettono il segnale audio e video su questi schermi e per farlo bisogna obbligatoriamente usare lo splitter HDMI.

La quasi totalità dei modelli di splitter HDMI non necessita di installazione o di scaricare delle app o dei software per l’utilizzo, basta inserirli nell’uscita HDMI e collegare tutti gli altri cavi nelle porte presenti sul piccolo dispositivo.

Differenza tra splitter e switch HDMI

Prima di acquistare lo splitter è opportuno precisare che questo piccolo dispositivo differisce nelle caratteristiche e nelle funzioni dallo switch HDMI.

Molte persone confondono i due sistemi e non sempre acquistano il prodotto che gli serve, difatti lo splitter ha il compito di moltiplicare il segnale audio e video su più monitor invece lo switch è in grado di commutare tale input.

Se il vecchio televisore ha solo una porta HDMI e si vogliono collegare diversi dispositivi, non si dovrà più scollegare e riattaccare il cavo ma usare un semplice switch.

Questi dispositivi simili agli splitter consentono la commutazione del segnale tramite un pulsante o un controller, inoltre sono provvisti di led per capire a quali monitor si sta inviando l’output.

Nella maggior parte dei casi, lo switch riconosce in automatico la sorgente attiva in quel momento, mentre per alcuni modelli potrebbe essere necessario usare il controller per individuare quale monitor sta inviando il segnale.

Classifica degli splitter HDMI più venduti

Come scegliere il migliore splitter HDMI

Prestazioni

Gli splitter HDMI differiscono per alcune caratteristiche: dimensioni, lunghezza del cavo HDMI, connettore, alimentazione e controller, quindi è opportuno analizzare la scheda tecnica prima dell’acquisto.

Innanzitutto bisogna controllare quali sono le dimensioni di uno splitter, alcuni sono grandi pochi cm e sono provvisti di poche porte HDMI, mentre altri sono delle vere e proprie scatolette in plastica di circa 15-20 cm che presentano molte più uscite HDMI.

Il secondo parametro da valutare riguarda la tecnologia supportata, ad esempio bisogna verificare quale tipo di formato HDMI presentano, solitamente si acquistano i modelli con versioni più recenti come 2.0 o 2.1, ma dipende dai monitor che volete collegare. Vi sono due tipi di splitter HDMI:

  • plug and play: si autoinstallano e non necessitano di essere collegati ad una presa
  • con cavo di alimentazione: sul retro del dispositivo è presente un’uscita per collegarli alla rete elettrica.

Gli splitter HDMI a due porte possono già avere un cavo da collegare al monitor di conseguenza è opportuno verificare che sia abbastanza lungo e che vi consenta di collegare gli altri fili alle porte presenti sulla parte anteriore.

Numero delle porte HDMI

Una delle caratteristiche tecniche che dovete considerare prima dell’acquisto di uno splitter HDMI riguarda il numero di porte presenti sulla scatoletta, perché vi permetteranno di inviare il segnale a più monitor.

Lo splitter più economico e semplice è composto da un cavo HDMI e due uscite, mentre vi sono altri modelli con tre uscite. Per chi desidera collegare un numero maggiore di tre schermi, si possono invece acquistare gli splitter HDMI con quattro o cinque uscite.

Nel caso in cui lavorate su più schermi contemporaneamente e volete inviare il segnale audio o video a ognuno di essi, allora meglio scegliere uno splitter HDMI con 7 o 8 uscite, facilmente controllabili con un telecomando.

Versioni HDMI

Quando si acquista uno splitter bisogna innanzitutto verificare quale tipo di porta HDMI è presente sui propri dispositivi, perché differiscono in base al tipo di segnale audio e video che si vuole inviare. Per aiutarvi nella scelta del migliore splitter, ecco tutte le versioni disponibili di cavi HDMI:

  • 1.0: è la prima versione uscita sul mercato ed è utilizzato per i televisori HD;
  • 1.1: supporta la stessa risoluzione audio e video, ma è stato implementato per la protezione dei contenuti DVD Audio;
  • 1.2: ha una connessione di tipo A per collegarlo ai PC e per supportare i super audio cd;
  • 1.3: sincronizza automaticamente l’audio, supporta i formati audio di Blu-Ray e HD DVD;
  • 1.4: è invece in grado di riprodurre filmati 3D, la connessione bidirezionale con Ethernet, ha un nuovo mini connettore e soprattutto è in grado di supportare molte risoluzioni video ad alta definizione;
  • 2.0: è uno degli ultimi modelli HDMI presentati, ed è integrato per supportare 32 canali audio, e i formati video con una risoluzione massima di 4096×2160;
  • 2.1: ha un nuovo cavo e supporta i connettori A, C e D, inoltre ha la capacità di riprodurre i filmati in 4k o 8k.

Se si hanno dei monitor o degli schermi che supportano la tecnologia 4k è sempre opportuno acquistare i cavi HDMI 2.1, anche se alcuni monitor supportano anche la versione precedente.

Controller e selettore

L’ultima caratteristica da valutare prima della scelta del migliore splitter HDMI è la presenza di un controller, un piccolo telecomando che vi consente di attivare o escludere alcune porte HDMI.

Il controller serve soprattutto per gli splitter che hanno molte porte e altri tipi di uscite, così da individuare immediatamente quali sono attive e a quali monitor inviare il segnale audio e video.

Nella maggior parte degli splitter HDMI sono presenti dei led luminosi di diversi colori, che indicano quali monitor stanno ricevendo il segnale e quali invece sono scollegati. Su alcuni modelli è presente anche un piccolo tasto, chiamato selettore, che vi consente di cambiare da un input all’altro, ma tale pulsante si trova perlopiù sugli switch HDMI.

Quanto costa

Il costo di uno splitter HDMI dipende dal numero di porte che sono presenti sulla scatoletta, dal controller utilizzato e se vi sono funzioni ulteriori come gli indicatori led per verificare quali sono i monitor connessi.

Uno splitter con due porte HDMI può avere un prezzo compreso tra i 15 e i 30 €, dipende se vi sono anche delle porte usb o degli indicatori led. Con l’aumentare del numero delle porte HDMI cresce anche il prezzo che può arrivare ai 100-120 €, ma sono presenti più porte usb o altri tipi di connettori, telecomando per attivare o disattivare i monitor connessi tramite lo splitter.

Se si vuole inviare il segnale audio e video a più monitor, a una consolle e al proiettore, allora si possono acquistare degli splitter HDMI con altri tipi di uscite (DVI Input, R/L, porta audio singola), ma il costo di questi dispositivi è più alto rispetto ai modelli base.

Conclusioni e considerazioni finali

Gli splitter HDMI sono dei dispositivi molto utili per chi vuole lavorare, guardare filmati o giocare su più schermi contemporaneamente e dispone di solo una o due uscite HDMI sul monitor principale. Il nostro consiglio è di acquistare splitter HDMI 2.1 per avere la sicurezza che supportino qualsiasi tipo di formato, compresi i 4K e gli 8K.


lorenzo ricciutelli autore domoticafull

Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Domotica Full. Sono un appassionato di domotica e smart home, per questo provo ogni giorno elettrodomestici intelligenti; ma anche un imprenditore digitale che crea cose divertenti su internet. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza.