Skip to main content

Recensione Jimmy HW9

Ho provato per diverse settimane la lavapavimenti Jimmy HW9, un prodotto economico che si distingue dalla concorrenza per una diversa gestione dell’acqua e alcune scelte progettuali uniche.

Recensione Jimmy HW9

Il mondo delle lavapavimenti sta vivendo un vero e proprio momento di gloria: assieme ai robot aspira e lava, sono gli elettrodomestici più richiesti e desiderati.

Nonostante il design di quasi tutti i prodotti sia analogo, sia nella forma estetica che nel funzionamento, Jimmy HW9 esce con qualcosa di nuovo, un mix riuscito tra scopa elettrica e lavapavimenti. Ma andiamo con ordine.

Contenuto della confezione

Nella confezione della lavapavimenti Jimmy HW9 troviamo il necessario per mantenere pulita la nostra abitazione:

  • Jimmy HW9
  • Base di ricarica con autopulizia
  • Caricabatteria
  • Accessorio per la pulizia
  • Detergente
  • Manuale in italiano

Design e qualità realizzativa

Il design della Jimmy HW9 ricorda più quello di una scopa elettrica che di una lavapavimenti, ma nonostante questo le linee e la colorazione riprendono i classici prodotti del brand, che sono eleganti, minimal e dall’aspetto futuristico.

La Jimmy HW9 è un prodotto economico e lo si percepisce più nella qualità costruttiva che nel funzionamento vero e proprio. Mi tolgo subito il sassolino nella scarpa: mi riferisco al sistema di aggancio/sgancio che connette il contenitore dell’acqua sporca al corpo macchina; è progettato male, niente di incredibile e non compromette l’utilizzo, ma va comunque sottolineato.

Contenitore acqua sporca Jimmy HW9

La costruzione è differente rispetto alle tradizionali lavapavimenti a cui siamo abituati: in questo caso il serbatoio dell’acqua chiara da 400 ml è posizionato direttamente sopra la spazzola, mentre quello dello sporco è al classico posto, ma è diviso in due parti; su una finiscono i liquidi sporchi raccolti e sull’altra la polvere e lo sporco più grande. È ovviamente presente anche un filtro HEPA.

Ugello Jimmy HW9

La novità più grande è situata appena sopra la spazzola principale: Jimmy ha installato un ugello che spruzza l’acqua in uscita, che ricorda il mio tanto amato iRobot Braava Jet M6. Rispetto alle lavapavimenti classiche che automaticamente gettano l’acqua e aspirano, con Jimmy HW9 possiamo erogare l’acqua e aspirarla sulle zone che preferiamo.

La spazzola principale è coperta da una protezione che può essere chiusa per aumentare l’efficacia di aspirazione, particolarmente utile su tappeti e moquette.

Abbastanza male sui bordi perchè non è stato pensato ad un sistema più preciso, che può essere scomodo all’inizio se si spruzza l’acqua vicino agli angoli.

Tra il contenitore dell’acqua pulita e la spazzola è presente un sistema agli ioni di argento che sterilizza l’acqua raccolta per pulire profondamente.

Il design della Jimmy HW9 è quindi una via di mezzo tra lavapavimenti e aspirapolvere senza filo, anche se i sistemi per il lavaggio sono “complessi” e pesanti, per me è un prodotto riuscito per via dell’installazione del serbatoio dell’acqua. Usarla è facile, anche se il peso non è come una scopa elettrica è comunque ben distribuito.

Salendo sopra al contenitore dello sporco è stato installato un piccolo display LCD che ci mostra le informazioni chiave durante la pulizia: percentuale di batteria, potenza di aspirazione ed eventuali avvisi.

La piccola, ma capiente batteria è stata installata poco sotto al manico: si estrae in un attimo per essere sostituita aumentando così l’autonomia generale.

Manico Jimmy HW9

Il manico, posto in cima al dispositivo, è ergonomico e di buona fattura. Parliamo sempre di un prodotto plastico, così come i tre pulsanti presenti su di esso: uno per l’accensione/spegnimento, uno per l’erogazione dell’acqua e l’ultimo per la regolazione della potenza. Il design dei pulsanti poteva essere più ricercato.

Come si comporta in un appartamento?

Esperienza utilizzo Jimmy HW9

Ho utilizzato la lavapavimenti Jimmy HW9 per la pulizia di un appartamento di circa 80 metri quadri.

Il motore con potenza di 300W e con certificazione IPX8 funziona molto bene e ci permette di aspirare, lavare e asciugare in tutta tranquillità ogni punto della casa.

Per via della fascia di prezzo per cui vuole competere il prodotto, posso affermare di sentirmi soddisfatto del risultato finale. L’erogazione dell’acqua è certo si più scomoda rispetto ad un elettrodomestico che svolge tutto in automatico, ma può essere utile per alcuni utilizzatori.

Il serbatoio è posizionato in un punto strategico, abbastanza capiente anche se non troppo: in ogni caso è facilmente riempibile.

La funzione più comoda è lo snodo a 180° che permette di arrivare ovunque: anche fin sotto ai mobili più bassi e scomodi da raggiungere.

È presente la funzione di autopulizia, per me specifica indispensabile per questi dispositivi. Una volta che abbiamo terminato di pulire, basta appoggiare la HW9 nella sua stazione per farla pulire in automatico.

Non c’è un sistema di asciugatura ad aria calda, quindi dovremmo manualmente rimuovere la spazzola rotante e lasciarla asciugare. Molto bene anche su tappeti a peli corto.

Autonomia e batteria

Batteria della Jimmy HW9

La batteria della Jimmy HW9 si estrae con facilità e dura fino a 30 minuti nella modalità di lavaggio e 20 minuti in modalità di aspirazione massima indicata per tappeti. L’autonomia è buona per appartamenti di piccole/medie dimensioni.

Considerazioni finali

Valutazioni finali Jimmy HW9

La lavapavimenti Jimmy HW9 è un dispositivo che va ad aggredire una fascia specifica del mercato: innanzitutto il prezzo di partenza è 300,00€ al netto di eventuali offerte.

È un prodotto economico, ma che comunque offre una validissima mano nella pulizia del pavimento di ogni appartamento. La qualità realizzativa non è delle migliori e lo si percepisce toccando alcune plastiche, ma non va ad intaccare quella che è la reale esperienza di utilizzo del prodotto, molto valida e soddisfacente.


lorenzo ricciutelli autore domoticafull

Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Domotica Full. Sono un appassionato di domotica e smart home, per questo provo ogni giorno elettrodomestici intelligenti; ma anche un imprenditore digitale che crea cose divertenti su internet. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza.