Skip to main content

Migliori lavatrici a carica dall’alto: Guida all’acquisto

  • Pubblicato:
    11 Gennaio 2024
  • Categoria:

Chi vuole ottenere un bucato perfettamente pulito ma deve fare i conti con un ambiente domestico dalle dimensioni contenute, può trarre grande beneficio dall’acquisto di una lavatrice con carica dall’alto.

Compatte e al tempo stesso efficienti, le migliori lavatrici a carica dall’alto sono dotate di accorgimenti strutturali e tecnologici che variano in base al modello. Vediamo allora quali fattori considerare nella scelta oculata di una lavatrice con carica dall’alto.

migliori lavatrici a carica dall'alto

Le migliori lavatrici a carica dall’alto

Queste sono le migliori lavatrici con carica dall’alto:

  • Indesit BTW L60400 IT
  • Candy Smart CST 06LE/1-11
  • Hoover H-WASH 300 LITE H3TM272DACE/1-11
  • Whirlpool Classe B
  • Electrolux 700 EW7T373S
  • Electrolux EW6T634W
  • AEG LTR7E72C

Indesit BTW L60400 IT

Indesit BTW L60400 IT

Realizzata da un marchio affermato nel settore degli elettrodomestici come Indesit, la lavatrice con carica dall’alto Indesit BTW L60400 IT vanta un design dalle linee essenziali. Grazie alle dimensioni compatte di 60x40x90 centimetri, può essere inserita anche nei contesti domestici più piccoli.

La lavatrice si differenzia per un’elevata sostenibilità dal punto di vista ambientale. In virtù della presenza della funzionalità Water Balance Plus, infatti, consente di ottimizzare il consumo di acqua durante ogni lavaggio in base al carico. Gli altri programmi tra i quali scegliere comprendono le classiche opzioni per tipologia di tessuto, nonché quello a partenza ritardata e a freddo per risparmiare energia. Selezionando Rapid Wash invece è possibile privilegiare la velocità di esecuzione: si tratta del programma ideale per ottenere capi puliti in modo efficace in meno di un’ora.

La lavatrice è leggera, poiché pesa solo 53 chili, e vanta una capienza di 6 chili, adattandosi in tal senso ai bisogni di molti nuclei familiari. Per quanto concerne il design, questo modello di Indesit è rivestito di plastica bianca facile da pulire. Grazie alla classe di efficienza energetica C e ai 100 giri al minuto, la lavatrice è potente e al tempo stesso sostenibile a livello ambientale.

Candy Smart CST 06LE/1-11

Candy Smart CST 06LE/1-11

Tra i punti di forza della Candy Smart CST 06LE/1-11 spicca senza alcun dubbio la connettività tramite tecnologia NFC. Grazie alla funzionalità Smart Touch, infatti, è possibile creare un dialogo con gli smartphone Android compatibili e massimizzare perciò le potenzialità legate all’uso della lavatrice con carica dall’alto.

Tramite l’utilizzo dello Smart Touch si ha la possibilità di sbloccare funzionalità aggiuntive, nonché di ricevere consigli utili per ottimizzare i lavaggi, oltre ad accedere alla veloce risoluzione di eventuali problematiche.

Una modalità di lavaggio particolarmente apprezzata da coloro che conducono una vita frenetica è quella rapida, con ben quattro programmi della durata inferiore a un’ora (14, 30, 44 e 59 minuti). Anche la partenza differita può adattarsi alle esigenze del singolo consumatore, il quale può scegliere di programmare l’avvio di un ciclo di lavaggio entro le 24 ore successive, in linea con i propri impegni ed evitando così di lasciare la biancheria all’interno della lavatrice più del necessario.

Con un peso di 88 chili e dimensioni abbastanza contenute (41x60x86 centimetri) l’elettrodomestico di Candy può adattarsi a diversi contesti, anche grazie al design dalle linee smussate e al colore bianco.

Questo dispositivo smart ha una capienza massima di 6 chili e vanta un rilevatore di peso per avvisare l’utente riguardo al livello di carica.

Hoover H-WASH 300 LITE H3TM272DACE/1-11

Hoover H-WASH 300 LITE H3TM272DACE/1-11

L’Hoover H-WASH 300 LITE, in particolare H3TM272DACE/1-11 con sistema di carica dall’alto, si caratterizza per una notevole qualità dei materiali, nonché per un design dalle originali linee smussate. Al rivestimento in plastica bianca del corpo principale si aggiungono lo schermo LCD, dove appare il tempo residuo dei cicli di lavaggio, e i dettagli cromati della maniglia superiore.

Gli aspetti più importanti da sottolineare comprendono senza dubbio la capienza massima che arriva a ben 7 chili, nonché l’innovativo sistema di connettività tramite tecnologia NFC. Grazie a quest’accorgimento, infatti, i consumatori hanno la possibilità di interagire con il dispositivo mediante il proprio smartphone, migliorando l’esperienza d’uso nell’ottica di una maggiore personalizzazione.

La stessa capacità di declinare le potenzialità della lavatrice in base alle specifiche esigenze si ritrova nella vasta possibilità di scelta in termini di programmi. Dai più semplici come All-in-One fino a quelli studiati per ottimizzare i consumi di risorse, passando per i cicli adatti ai capi delicati e infine ai Rapid Care da 14, 30 o 44 minuti: sono ben 17 programmi tra cui è possibile scegliere assecondando le singole necessità.

Per quanto concerne dimensioni e potenza, l’elettrodomestico misura 41x60x86 centimetri, risultando sufficientemente compatto da poter essere inserito anche nei bagni più piccoli, mentre la velocità massima arriva a 1.200 giri al minuto.

Whirlpool Classe B

Whirlpool Classe B

Firmato dalla nota casa produttrice Whirlpool, quest’elettrodomestico si distingue per un design dalle linee rigorose e semplici, con plastica bianca, pulsanti cromati e un intuitivo schermo LCD, nonché per le dimensioni compatte pari a 60x40x90 centimetri. Inoltre, questa lavatrice risulta leggera in virtù di un peso di circa 57 chili, mentre la carica massima ammonta a 6 chili.

Una delle caratteristiche più apprezzate dai consumatori è senza dubbio la bassa rumorosità: questo prodotto risulta abbastanza silenzioso da poter essere utilizzato anche senza disturbare la quiete domestica. Sono numerosi i programmi tra i quali poter scegliere in base alle specifiche necessità e al livello di sporco. Oltre alla classica suddivisione per tipologia di tessuto, i programmi consentono un utilizzo altamente personalizzato del prodotto.

Meritano una citazione in particolare quello pensato per massimizzare l’igiene, quello per il risparmio dell’acqua e infine il lavaggio rapido di soli 30 minuti. Nel caso si abbia la necessità di avviare un ciclo di lavaggio in modalità differita, è presente l’apposita partenza ritardata con timer.

Per quanto concerne la potenza, l’elettrodomestico di Whirlpool assicura una velocità massima di 1.200 giri al minuto durante la centrifuga, a fronte di una buona classe di efficienza energetica di tipo B.

Electrolux 700 EW7T373S

Electrolux 700 EW7T373S

Questa lavatrice 700 EW7T373S firmata da Electrolux si distingue per la tecnologia proprietaria SteamCare 700, grazie alla quale i tessuti risultano molto più facili da stirare in virtù della riduzione delle pieghe. Il dispositivo intelligente presenta una tecnologia chiamata SensiCare System, pensata per automatizzare la durata del programma in base al volume del carico, che può arrivare fino a 7 chili.

In tal senso permette di utilizzare una minore quantità di acqua, nonché di ridurre i consumi anche per i carichi più piccoli. Inoltre, SensiCare System si dimostra efficace sui lavaggi delicati, in quanto consente di preservare la bellezza di lana, seta e altri tessuti preziosi. Con la funzionalità Time Manager è possibile modificare le impostazioni del lavaggio per riflettere le proprie esigenze, arrivando a ridurre la durata del ciclo fino a un massimo di quattro volte. Sfruttando la presenza del sistema SteamCare, il programma vapore igienizzante aiuta a rimuovere la carica batterica.

Con la maniglia cromata Soft Opening, il coperchio si apre in modo graduale al fine di rendere l’accesso più semplice e soprattutto sicuro.

Per quanto gli aspetti relativi al design, va notata la spiccata adattabilità del prodotto, grazie alle dimensioni contenute di 60x40x89 centimetri e al peso di 59 chili. Alle linee essenziali della struttura in plastica bianca si affianca un ampio schermo LCD che mostra le notifiche principali e il numero di giri al minuto fino a un massimo di 1.300.

Electrolux EW6T634W

Electrolux EW6T634W

Anche il modello EW6T634W realizzato da Elecrolux presenta caratteristiche valide, pur rispondendo a bisogni lievemente diversi. La capienza massima del carico è di 6 chili e grazie al sistema SensiCare il dispositivo individua il peso all’interno del cestello, suggerendo la modalità di lavaggio più adatta per risparmiare acqua e consumi.

PerfectCare 600 utilizza la potenza del vapore per igienizzare i capi, rivelandosi un’opzione adatta per i contesti dove vivono bambini piccoli. Allo stesso modo la presenza dell’apertura graduale si dimostra altrettanto sicura, oltre che facile da utilizzare.

Per quanto concerne il design, sulla parte superiore della struttura in plastica bianca di 59,9×39,7×90,8 centimetri e 58 chili di peso si trovano la manopola che consente di scegliere tra i tanti programmi di lavaggio, così come il touchscreen su cui appaiono le notifiche ed è possibile modificare le impostazioni.

AEG LTR7E72C

AEG LTR7E72C

Questa lavatrice di LTR7E72C AEG è un prodotto di fascia alta, come si evince già dal design di qualità della struttura in plastica bianca e soprattutto dal grande schermo LCD da cui si accede ai programmi.

Sono numerose le opzioni pensate per chi cerca prestazioni eccellenti, come ad esempio la tecnologia ProSteam, che sfrutta il vapore per igienizzare i vestiti e ridurre al minimo le pieghe, o la tecnologia ProSense, che permette di individuare il peso specifico di ogni carico (fino a una capienza massima di 7 chili) e personalizzare di conseguenza le impostazioni, modificando il tempo necessario per portare a termine il ciclo.

Il prodotto, che pesa 60 chili e misura 59,9×43,5×96,5 centimetri, vanta un’apertura graduale Soft Opening le operazioni di carico e scarico si rivelano agevoli e sicure, mentre la modalità SoftPlus è progettata per aiutare l’ammorbidente a raggiungere ogni tessuto, allungando così la durata dei capi, compresi quelli più delicati.

Grazie al motore a magneti permanenti e alla velocità massima di 1.151 giri al minuto, questa lavatrice di classe efficienza energetica C assicura prestazioni ottimali in ogni condizione d’uso.

Che cos’è e come funziona

esempio di una lavatrice con carica dall'alto

Per lavatrice con carica dall’alto si intende un elettrodomestico che esegue cicli di lavaggio, risciacquo e centrifuga senza occupare molto spazio. Si differenzia infatti dalle lavatrici più diffuse per l’assenza dell’apertura frontale del cestello, al quale si accede con un’apertura sul lato superiore.

Le lavatrici con carica dall’alto sono in genere più compatte e sottili e possono essere inserite anche nei bagni di piccole dimensioni. Dal punto di vista pratico non sussistono differenze con le altre tipologie di lavatrici, in virtù della possibilità di selezionare tra un buon numero di cicli di lavaggio, di programmare l’avvio ritardato e di attivare o disattivare la centrifuga, nonché di accedere a funzionalità smart per i prodotti all’avanguardia.

Come scegliere la lavatrice con carica dall’alto

come si sceglie una lavatrice con carica dall'alto

Dimensioni, design ed ingombro

Qualsiasi lavatrice con carica dall’alto si caratterizza per delle dimensioni molto compatte.

È importante notare che in genere quel che cambia tra un modello e l’altro può essere l’altezza, mentre profondità e larghezza tendono ad attestarsi su valori pari o inferiori rispettivamente di 60 e 40 centimetri. Anche l’altezza media si aggira solitamente sui 90 centimetri, pur evidenziando maggiori differenziazioni tra i vari modelli.

Ciò si deve al fatto che le lavatrici con carica dall’alto sono pensate proprio per consentire anche a quanti hanno poco spazio a disposizione di godere di un pulito efficace. L’assenza dell’apertura frontale del cestello permette di risparmiare centimetri preziosi, che non devono essere considerati quando si studia il posizionamento dell’elettrodomestico.

Capacità di carico in kg

Uno degli aspetti maggiormente rilevanti da tenere in considerazione nella scelta di una lavatrice con carica dall’alto riguarda senza alcun dubbio la capienza massima.

Ogni lavaggio può infatti essere effettuato con un carico massimo di chili che varia, anche se non in maniera sensibile, tra i diversi modelli presenti sul mercato. In linea generale i prodotti di categoria entry-level e di fascia media tendono ad avere una capacità di carico che non supera i 6 chili, arrivando così a soddisfare le necessità di persone che vivono da sole o nuclei familiari non troppo numerosi.

Chi invece effettua cicli di lavatrici con maggiore frequenza oppure ha bisogno di lavare lenzuola, asciugamani e in generale tessuti pesanti può orientarsi sui cestelli che vantano una capienza massima superiore.

Per ragioni strutturali le lavatrici con carica dall’alto non superano una capacità di carico pari a 7-8 chili, perché non sarebbe possibile mantenere le dimensioni compatte che rappresentano uno tra i punti di forza più importanti del prodotto stesso.

Centrifuga

La centrifuga è un elemento importante per qualsiasi lavatrice, comprese quelle con carica dall’alto.

Grazie a questa funzionalità, che si attiva al termine del ciclo di lavaggio, i capi sono pronti per essere messi ad asciugare, mentre l’acqua in eccesso viene eliminata. La forza della centrifuga può variare a seconda delle necessità e del tipo di lavaggio specifico, spaziando da un minimo di 400 fino a un massimo di 1.200-1.400 giri al minuto per i modelli più avanzati di lavatrice con carica dall’alto.

Spesso non è necessario utilizzare la centrifuga al massimo della potenza, tranne quando si lavano frequentemente capi dotati di fibre molto resistenti. Solo in alcuni casi, come ad esempio nel caso di stoffe davvero delicate, non è indicata la centrifuga, come si può leggere del resto nelle etichette.

Quasi tutti i modelli di lavatrici con carica dall’alto consentono di escludere questa funzionalità dal ciclo di lavaggio, dando così la massima possibilità di scelta.

Funzioni e tecnologie

Nella scelta di una lavatrice con carica dall’alto influisce certamente il numero di programmi per il lavaggio, che spazia da un minimo di poco superiore alla decina fino a una ventina.

Oltre agli indispensabili programmi pensati per diversi tessuti, tra cui sintetici, di lana, delicati o di cotone, le lavatrici migliori vantano cicli all’avanguardia, come quelli ecologici oppure a vapore.

Nei modelli recenti sono disponibili modalità pensate per chi ha poco tempo a disposizione, con lavaggi brevi fino a una durata massima di un quarto d’ora, nonché per quanti desiderano ottimizzare la temperatura e l’impiego d’acqua in base al carico.

Nell’ottica di venire incontro alle necessità del consumatore contemporaneo, quasi tutti i modelli sono dotati dell’avvio ritardato. Programmando la partenza a un orario specifico delle 24 ore successive si evita di lasciare i capi a lungo in lavatrice oppure di utilizzare l’elettrodomestico quando l’energia elettrica costa di più.

Per quanti vogliono personalizzare ulteriormente l’esperienza sono disponibili sul mercato prodotti con funzionalità smart, grazie alla connessione NFC o ad altri sistemi di interazione con lo smartphone e con altri dispositivi connessi. Con questi accorgimenti di ultima generazione si può impostare un ciclo da remoto, controllare il consumo e tanto altro ancora.

Per ragioni strutturali tutti i controlli delle lavatrici con carica dall’alto si trovano dietro al cestello superiore. I modelli base presentano in genere solo pulsanti e manopole manuali, mentre quelli di fascia media e i più avanzati vantano dei touchscreen, mediante i quali è possibile interagire e visualizzare in maniera intuitiva il tempo rimanente per un ciclo, così come altre informazioni utili.

Infine, un elemento da non trascurare durante il processo decisionale che conduce all’acquisto di una lavatrice con carica dall’alto è la rumorosità, che viene indicata in decibel. In linea generale il rumore emesso dall’elettrodomestico dipende dalla potenza della centrifuga e dal ciclo di lavaggio e oscilla tra 40 e 70 decibel.

Etichetta energetica e consumi

Nell’ottica di riuscire a contenere le spese da affrontare in bolletta risulta indispensabile prestare attenzione ai consumi di questo elettrodomestico, leggendo in modo accurato le etichette energetiche. Si tratta di informazioni preziose, poiché permettono di comprendere il consumo di elettricità indicato in kWh, nonché quello di acqua, con valori medi calcolati in base ai cicli ecologici.

Per i prodotti più recenti, le categorie di efficienza energetica sono sette, rispettivamente caratterizzate da lettere comprese tra la A e la G. Molti dei modelli di lavatrice con carica dall’alto tra cui il consumatore può scegliere tendono ad assestarsi su classi energetiche comprese tra la B e la D.

Alcuni tra i modelli più innovativi presenti attualmente sul mercato sono dotati di programmi pensati appositamente al fine di calcolare l’apporto d’acqua necessario in relazione al peso rilevato all’interno del cestello, senza utilizzare più del dovuto ma assicurando comunque un livello ottimale di pulizia.

Oltre a valutare il risparmio energetico che si traduce in un minore costo di gestione, i modelli con classe di efficienza energetica migliore aiutano a utilizzare meno acqua, contenendo in tal senso l’impiego di preziose risorse idriche e comportando perciò l’adozione di comportamenti quotidiani più sostenibili.

La presenza di queste funzionalità risulta dunque tanto importante quanto la semplice lettura dell’etichetta energetica.

Quanto costa

Per quanto riguarda gli aspetti relativi alla spesa da sostenere per acquistare una lavatrice con carica dall’alto, è importante notare che esiste una notevole variabilità di prezzi tra i modelli di tipo entry-level e quelli dotati di un numero più elevato di funzionalità.

Una gamma di prezzi oscilla infatti da un minimo di circa 300€ fino a un valore massimo che può arrivare a quasi 1.000€. Per quanti cercano un compromesso ideale, è importante evidenziare che molti modelli di fascia media sono dotati di programmi e funzioni più che sufficienti al fine di ottenere una pulizia efficace.

Classifica lavatrici a carica dall’alto più vendute

Conclusioni e considerazioni finali

Nel tirare le somme a conclusione di questo approfondimento alle migliori lavatrici con carica dall’alto è possibile sottolineare l’utilità delle lavatrici a carica dall’alto negli ambienti dove è importante risparmiare spazio.

Grazie a elementi quali praticità e compattezza, questi elettrodomestici si adattano a rispondere a diverse esigenze.

Molti prodotti di fascia media sono dotati di funzionalità avanzate, che ottimizzano i consumi d’acqua in base al carico, tutelano le fibre dei tessuti delicati oppure riducono le pieghe per rendere le operazioni di stiro più semplici.

Basandosi sui criteri esplorati nei paragrafi precedenti, è fondamentale tenere conto delle necessità specifiche per individuare il modello più adatto.


lorenzo ricciutelli autore domoticafull

Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Domotica Full. Sono un appassionato di domotica e smart home, per questo provo ogni giorno elettrodomestici intelligenti; ma anche un imprenditore digitale che crea cose divertenti su internet. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza.