Skip to main content
[rank_math_breadcrumb]

Miglior robot lavavetri 2024: Guida all’acquisto

Questa guida all’acquisto al miglior robot lavavetri ti aiuterà innanzitutto a scoprire se hai davvero bisogno di un dispositivo del genere: scopriamo insieme che cosa sono, a cosa servono e tutte le considerazioni da fare prima di acquistarne uno.

Quando si tratta di lavare i vetri, i problemi e le difficoltà non tendono ad arrivare. In effetti, si tratta di una di quelle azioni che richiede un gran impegno e una certa attenzione. Per giunta spesso e volentieri i vetri risultano difficili da lavare in quanto quelli esterni sono difficilmente accessibili.

guida ai migliori robot lavavetri

Diventa normale, quindi, pensare a una soluzione automatica che offra la possibilità di risparmiare tempo ed energie. Una soluzione che è rappresentata dai robot lavavetri.

Che cosa sono

che cosa sono i robot lavavetri

Un robot lavavetri è un dispositivo elettronico il cui uso consente di automatizzare la pulitura dei vetri di casa, dell’ufficio o di altri ambienti con differente destinazione d’uso. La loro utilità è particolarmente evidente in tutte quelle situazioni in cui la parte esterna delle vetrate di finestre o vani luce fissi non è di facile accesso per potersi dedicare alla pulizia ordinaria e straordinaria in maniera tradizionale in tutta sicurezza.

I robot lavavetri si caratterizzano quindi, non solo per essere dei dispositivi in grado di alleggerire e semplificare le pulizie dei vetri come un comune lavavetri elettrico manuale, ma consente di effettuare tali pulizie in maniera totalmente automatizzata. Questo è possibile sia grazie alla programmazione manuale, sia via remoto per mezzo di App dedicata da installare sul proprio smartphone o altro dispositivo multimediale.

Dal punto di vista del sistema di pulitura, un robot lavavetri funziona grazie all’integrazione di un motore aspirante che inoltre gli consente di rimanere aderente al vetro.

La pulizia solitamente avviene in tre distinte fasi: bagnatura del vetro per mezzo di un panno umido e/o con acqua e/o detergente a seconda del modello. La seconda fase invece prevede la rimozione dello sporco per mezzo di un gomma tira acqua e quindi, infine, la terza fase dedicata all’asciugatura.

La navigazione del robot all’interno dell’area di lavoro è gestita da un sistema intelligente costituito da uno o più sensori a raggi infrarossi e un processore. Con questo sistema il robot è capace di orientarsi e muoversi autonomamente garantendo la totale copertura dell’area oggetto di pulizia senza lasciare zone d’ombra sporche.

A che cosa servono

robot lavavetri come funzionano
Robot lavavetri in funzione

La funzione principale di un robot lavavetri è quella, per l’appunto, di lavare i vetri sia sulle superfici orizzontali che su quelle verticali.

Di base il robot lavavetri è molto leggero, motivo per cui si può “incollare” al vetro senza alcun problema. Tuttavia, perché un robot di questo genere funzioni senza problemi è importante che il vetro abbia uno spesso di almeno 5 millimetri (vale sia per i vetri singoli che per quelli doppi).

Oltre a poter utilizzare questi robot per pulire le finestre (purché abbiano almeno 60 centimetri in altezza e 45 centimetri in larghezza), si possono usare anche per i vetri delle porte oltre che per tutte le altre superfici in vetro (come i grandi tavoli realizzati con questo materiale). La pulizia tramite questo dispositivi avviene in una maniera piuttosto veloce ed è efficace.

Alle funzionalità principali talvolta si aggiungono anche numerose funzionalità smart, nonché quelle extra che vengono sempre di più incluse nei dispositivi moderni. Per esempio, alcuni robot lavavetri possono pulire non solo il vetro, ma anche le superfici come il marmo oppure il piastrellato. Sconsigliato, invece, per pulire le superfici in legno.

Migliori robot lavavetri: la nostra selezione

Ecco i migliori robot per lavare i vetri:

  • Ecovacs Winbot W1 Pro
  • Robot Lavavetri Alfabot X8
  • Mamibot W120-T
  • Cecotec Conga Windroid 1290
  • AlfaBot x6
  • iDEEBO S500 Robot Lavavetri
  • Tosima W2
  • Fmart T8Pro
  • Cecotec Windroid 870 Connected

Ecovacs Winbot W1 Pro

Ecovacs Winbot W1 Pro

Ecovacs Winbot W1 Pro è un robot lavavetri di ultima generazione realizzato con dimensioni pari a 27 cm di diametro e 7,75 cm di spessore per un peso di 1,53 kg. Si presenta in una forma rettangolare e dispone di un motore di potenza pari a 96 watt che sviluppa una rumorosità di 72 decibel.

L’utilizzatore può sfruttare le tre velocità di funzionamento e una potenza di aspirazione ottimizzata pari a 2800 Pa. La pulizia della superficie della finestra avviene con un movimento oscillatorio che va avanti e indietro e che può essere impostato in tre modalità adattative rispetto alle caratteristiche della finestra.

Prevede la funzione antiscivolo per avere un movimento fluido ed efficace durante la pulizia e inoltre c’è un sistema che protegge dall’improvvisa interruzione di corrente evitando qualsiasi genere di rischio. Il suo movimento risulta ottimizzato anche perché dispone di un sensore in grado di rilevare i bordi e di calcolare la traiettoria migliore. Infine, ha un sistema a spruzzo incrociato adatto per pulire le superfici di qualsiasi genere di finestra.

Robot Lavavetri Alfabot X8

Robot Lavavetri Alfabot X8

Il robot lavavetri automatico Alfabot X8 si fa apprezzare per l’aspetto estetico, estremamente moderno, e per la presenza di un telecomando che permette di gestire il dispositivo a distanza.

La pulizia è automatizzata grazie ad una serie di sensori in grado di rilevare i bordi della finestra e di ottimizzare così il movimento. Si possono scegliere tre modalità automatiche di pulizia. Le sue dimensioni sono pari a 29 cm di lunghezza con 15 cm di profondità e 7,8 cm di altezza per un peso di soli 1,36 kg. La rumorosità del motore è di 60 decibel.

È stato realizzato con un sistema che permette di spruzzare l’acqua in due direzioni, è in grado di pulire anche gli spazi più inaccessibili ed angusti della finestra e la potenza di aspirazione è di 2.800 Pa.

Il serbatoio di acqua ha una capacità di 50 ml e la potenza di aspirazione si regola automaticamente grazie ai sensori di cui è dotato. È previsto un innovativo sistema di sicurezza per evitare l’eventuale caduta del dispositivo in caso di mancanza di corrente elettrica grazie a un alimentatore.

Mamibot W120-T

Mamibot W120-T

Mamibot W120-T è un modello di rubò lavavetri di ultima generazione che si presenta con un design lineare ed estremamente moderno.

L’utilizzatore può impostare fino a tre differenti in modalità di pulizia. Dispone di apposito telecomando per inviare comandi e gestire l’operazione oppure si può supervisionare il tutto tramite l’app da scaricare sul proprio smartphone. È stato realizzato con intelligenza artificiale ed ha la capacità di pulire un metro quadrato di superficie in un tempo massimo di 120 secondi.

Gli spostamenti che effettua vengono calcolati al momento elaborando i dati che arrivano dai sensori che rilevano i bordi della finestra. Nello specifico può muoversi con dei percorsi a Z oppure a N.

Le dimensioni sono ottimizzate in quanto si tratta di un quadrato perfetto con lato pari a 25 cm e altezza di 8,5 cm e questo gli permette di raggiungere anche gli spazi più angusti della finestra. La potenza massima che è in grado di sviluppare è pari a 3000 Pa e dispone di un sistema di sicurezza per evitare possibili cadute accidentali mentre sta pulendo.

Cecotec Conga Windroid 1290

Cecotec Conga Windroid 1290

Essenziale nelle forme ed estremamente efficace nella pulizia. Queste in estrema sintesi le caratteristiche del robot lavavetri Cecotec Conga Windroid 1290, realizzato da un marchio che si occupa di diversi piccoli elettrodomestici per le esigenze casalinghe.

Innanzitutto, è un prodotto abbastanza grande con profondità pari a 51 cm, lunghezza di 31 cm e 15 cm di altezza. Il peso sfiora i 2 kg ed è gestibile completamente con apposito telecomando oppure con l’applicazione scaricabile su qualsiasi dispositivo mobile.

È stato realizzato con un sistema di navigazione intelligente che sfrutta i sensori di cui dispone per evitare ogni rischio e per ottimizzare la pulizia della superficie. È stato pensato anche per pulire i bordi e gli angoli sfruttando una buona potenza di aspirazione.

Sono stati implementate diverse funzioni molto utili tra cui l’Auto Stop System per cui il robot si ferma automaticamente non appena il ciclo di pulizia viene completato.

In aggiunta, sono stati integrati dei sistemi di sicurezza per evitare la caduta con tanto di corda di sicurezza estremamente resistente. La potenza massima che sviluppa è pari a 72 watt ed è un prodotto da poco inserito sul mercato. Infine, permette 5 modalità di pulizia differenti con movimenti di vario genere tra cui anche quello manuale e a spruzzo.

AlfaBot X6

AlfaBot x6 robot lavavetri

Si tratta di un robot lavavetri che dispone di un aspetto estetico ultra moderno e minimizzato in termini di dimensioni con i suoi 9 cm di lunghezza, 15 di larghezza e 12 cm di profondità. Può essere gestito con apposito telecomando e dispone di una batteria interna agli ioni di litio.

Il peso complessivo è di 0,94 kg per cui estremamente leggero ed inoltre, per caratteristiche tecniche e qualità dei materiali, questo è un dispositivo adatto per finestre e cristalli ma anche per pulire specchi e piastrelle. Molto efficace è la scelta dell’azienda di prevedere un motore a vuoto che consente di avere il massimo grip sulla superficie per evitare cadute accidentali.

Sulla parte più esterna ci sono degli indicatori a led che riportano informazioni sull’utilizzo del dispositivo. Il robot pianifica in maniera automatica il percorso di pulizia con un utilizzatore che però può scegliere anche di impostarlo manualmente.

Per pulire un metro quadrato di superficie sono necessari di circa 4 minuti e la rumorosità del motore e di soli 65 decibel. I movimenti vengono ottimizzati anche perché sulla parte esterna sono stati installati diversi sensori che consentono al robot di calcolare il percorso e di evitare eventuali ostacoli che peraltro rappresenterebbero un rischio. La potenza massima del motore è di 80 watt.

iDEEBO S500 Robot Lavavetri

iDEEBO S500 Robot Lavavetri

Scegliere iDEEBO S500 significa poter godere di una serie di innovazioni tecnologiche che rendono questo robot lavavetri estremamente utile.

Come tanti altri si presenta in una forma che ricorda un po’ una spugna con dimensioni pari a 27,8 cm di lunghezza, 14 di profondità e 8 cm di altezza per un peso di 1,18 kg. Concettualmente si tratta di un dispositivo dotato di motore elettrico che consente di sfruttare lo spruzzo dell’acqua in due direzione.

L’apposito serbatoio ha una capacità di 80 ml e la potenza massima di aspirazione tocca quota 3800 Pa. Lavora con un sistema intelligente in grado di calcolare il percorso ottimale per la pulizia tenendo conto dei dati che arrivano dai sensori che rilevano in maniera automatica la presenza dei bordi. Non c’è il rischio di caduta accidentale e inoltre ha, nella confezione di vendita, oltre all’alimentatore un panno in microfibra, un ago per la pulizia e un cavo di alimentazione della lunghezza di 7 m.

Rimanendo in tema di sicurezza, è disponibile una corda utile per agganciare i lavavetri ed evitare così la possibile caduta.

È un prodotto peraltro estremamente flessibile perché adatto anche per pulire altre superfici lisce tra cui il legno e le piastrelle. Qualora dovesse terminare la batteria il dispositivo, comunque non cade ma rimane sulla finestra per almeno 20 minuti. In questo genere di situazione, emette un segnale acustico allo scopo di avvertire l’utilizzatore.

Robot lavavetri Tosima W2

Tosima W2

Il robot lavavetri Tosima W2 viene venduto in commercio in una configurazione estetica che prevede un total black moderno ed elegante. Tralasciando le questioni estetiche, è importante sottolineare come l’ingombro fisico sia pari a 27,5 cm di profondità con 13,8 cm di larghezza e 8 cm di altezza.

Il peso complessivo è di 1,05 kg e al suo interno ci sono batterie al polimero di litio che garantiscono una buona durata. Per gestire le varie funzioni disponibili è presente in confezione con telecomando. Va rimarcato che si può utilizzare il robot su tutte le superfici lisce e che dispone di un sistema di navigazione intelligente molto utile per ottimizzare la pulizia evitando di lasciare aloni e sporco.

È dotato di un motore elettrico in tecnologia brushless che genera una aspirazione massima pari a 3.800 Pa. Il sistema di pulizia è basato su una doppia rotazione che permette di concentrare lo sporco e di eliminare tutta la polvere presente.

La confezione di vendita per auto ci sono sei tipologie di Panno in microfibra. Nella medesima confezione è disponibile un cavo di sicurezza per evitare la caduta accidentale è inoltre la potenza elettrica sviluppata dal motore è pari a 90 watt per una rumorosità comunque contenuta in soli 60 decibel.

Fmart T8Pro

Fmart T8Pro

Si tratta di un modello di robot lavavetri che ricalca esattamente ai propri competitor per quanto riguarda le forme. Anche dal punto di vista concettuale è molto simile perché dispone di un triplo sistema di sicurezza tra cui la presenza di una corda che consente al robot di non cadere in caso di prolungata mancanza di alimentazione elettrica.

Lo si può gestire facilmente da remoto utilizzando il telecomando già presente in confezione e inoltre è gestibile sfruttando la tecnologia wireless. È un elettrodomestico che rileva in maniera automatica il livello di sporco e quindi modula l’intensità dell’aspirazione e del getto d’acqua.

Queste sue caratteristiche lo rendono l’ideale non solo per pulire i vetri ma anche per altre superfici abbastanza lisce come le piastrelle e gli specchi.

I movimenti di pulizia vengono effettuati a forma di Z e inoltre nella confezione di vendita ci sono diversi panni per facilitare la pulizia. In particolare ce ne sono di 12 tipologie differenti insieme a un cavo di alimentazione lungo 6 metri e questo è utile per evitare eventuali vincoli di utilizzo.

Cecotec Windroid 870 Connected

Cecotec Windroid 870 Connected

Il modello Cecotec Windroid 870 Connected è una buona soluzione soprattutto per chi alla ricerca di una robot lavavetri dotato di un ottimo rapporto qualità prezzo.

Viene venduto in una configurazione in colore nero dalle forme leggermente differenti rispetto a quelle classiche di questo genere di dispositivo. La lunghezza è di 29,6 cm con 14 cm di profondità e 11,6 cm di altezza. Il peso è di 1,48 kg e dispone di batterie già incluse nella confezione.

È stato installato un motore estremamente potente e permette di ottenere una spiegazione ideale per eliminare tutto lo sporco presente sulla finestra.

Il costruttore, inoltre, si è sincerato di inserire diversi sistemi di sicurezza per mettere al riparo lo stesso dispositivo dai danni che potrebbero essere causati da una caduta accidentale. I movimenti che vengono effettuati per pulire tutta la superficie vengono calcolati in maniera automatica.

Al termine del ciclo di pulizia si spegne automaticamente e inoltre è dotato di panni che possono essere riutilizzati più volte in quanto di alta qualità.

Come scegliere un robot lavavetri

guida acquisto robot lavavetri
Scelta di un robot lavavetri

Forma e dimensione

La forma e la dimensione di un robot lavavetri non ha solo a che fare con il design nel senso estetico del termine, ma si tratta di parametri che evidenziano un aspetto importante della funzionalità del robot. Questo a ragione del fatto che, a seconda della tipologia di superficie e caratteristiche della struttura d’installazione del vetro, la forma e la dimensione del robot preposto a svolgere la funzione di pulizia delle stesse, cambia.

Per esempio: alcuni modelli, come i robot quadrati, per forma, dimensione e tecnologia dei materiali (ma anche per tipo sistema di navigazione intelligente adottato) non sono indicati per pulizie di vetrate prive di cornice o che presentano le giunture delle stesse con forme irregolari, per la pulizia dei quali sarebbe più indicato un modello di forma rotonda.

Le dimensioni di un robot lavavetri, nello specifico, dovrebbero essere scelte in relazione alla grandezza della superficie della vetrata. Quindi, se siamo in presenza di superfici molto grandi è chiaro che un robot con un’azione pulente più estesa sarà da prediligere rispetto a uno di piccole dimensioni magari più adatto a contesti domestici.

Durata della batteria

Con la premessa che buona parte dei modelli di robot lavavetri presenti sul mercato dispongono di un tipo di alimentazione ibrida – cablata e a batteria -, possiamo dire che sono sempre più i brand che si sono adoperati per sviluppare sistemi con funzionamento interamente wireless e senza fili. Questi modelli sono quindi alimentati da una batteria con autonomia che varia da un minimo di 30 minuti ad un massimo di 50 minuti.

Si tratta in entrambi casi di soluzioni valide a seconda dell’ubicazione della vetrata rispetto ad un punto approvvigionamento di energia elettrica, e riguarda quindi un parametro piuttosto determinate in fase di valutazione all’acquisto.

Ancora più determinante, nei modelli con funzionamento a batteria oggetto di questo guida, è l’autonomia della stessa in funzione al tipo di utilizzo.

In termini pratici: se il robot è destinato per la pulizia di vetrati grandi, sarà di fondamentale importanza che l’autonomia della batteria sia sufficiente per iniziare la pulitura del vetro senza interruzioni. Si farà riferimento quindi a un dispositivo in grado di soddisfare le proprie esigenze in questo senso.

Infine, è importante prendere visione del tempo di carica della batteria in rapporto con la sua durata. In passato questo rapporto era davvero sproporzionato con tempi di ricarica maggiori di 2-3 volte rispetto a quello di autonomia. Oggi, con le attuali batterie, questa differenza si è di molto ridotta, ma comunque è bene avere un occhio di riguardo a proposito.

Controllo remoto e funzionalità smart

La maggior parte dei robot lavavetri sono dei dispositivi gestibili in remoto per mezzo di un telecomando. I modelli tecnologicamente più sviluppati inoltre sono in grado di interagire con gli attuali sistemi di domotica attraverso connessione bluetooth o Wi-Fi integrati che consentono la gestione delle principali funzioni in remoto con il proprio smartphone tramite App dedicata.

Bisogna però precisare che sarebbe bene usare tale funzionalità in presenza per ragioni di sicurezza. Per quanto questa tipologia di robot dispongano di una corda di sicurezza che li vincola in caso di caduta, dobbiamo ricordare che il funzionamento di tali sistemi si basa sul principio della ventosa che verrebbe meno in caso di interruzione dell’alimentazione al motore che la rende possibile.

Per queste ragioni bisogna sfruttare la gestione in remoto per programmare il tipo di lavaggio a seconda dei casi e delle necessità, ma attivare il dispositivo sempre in presenza di un persona che possa intervenire in caso di problemi.

Rumorosità

In generale quando si sta valutando l’acquisto di un elettrodomestico, la rumorosità, sempre espressa in decibel, è molto importante affinché non venga alterato il punto di comfort degli ambienti dove si vive o si lavora.

Il linea di massima la rumorosità di un robot lavavetri si attesta tra i 60 e i 70 db. Questo della rumorosità è un aspetto che acquisisce maggiore rilevanza per tutte le persone che condividono i propri spazi con animali domestici o che nella destinazione d’uso degli ambienti di installazione, il silenzio sia parte integrante della funzione degli stessi.

Immaginiamo un’attività commerciale, a uno studio di servizi medici o affini, dove il comfort del cliente/paziente sarebbe alterato dalla presenza di un dispositivo in funzione se eccessivamente rumoroso.

In ogni caso, una bassa soglia di rumorosità è anche indice di qualità dei materiali che costituiscono la struttura del robot. Infatti a parità di tecnologia utilizzata, possiamo trovare modelli che da questo punto di vista possono avere delle carenze, aumentando così, per via delle vibrazioni delle parti che lo costituiscono, la rumorosità.

Manutenzione e parti di ricambio

Come tutti gli elettrodomestici, anche i robot lavavetri sono soggetti a manutenzione sia ordinaria che straordinaria per quanto minima. C’è da dire che le persone orientate ad acquistare un prodotto la cui funzioni sono pensate per un uso totalmente automatizzate, non si aspettano di dover intervenire nel funzionamento meccanico e/o tecnologico in maniera costante.

Per questa ragione i lavavetri robot sono progettati con una visione di autosufficienza. Tuttavia ci sono delle considerazioni che pensiamo siano utili a fare una buona e consapevole valutazione all’acquisto: per prima cosa bisogna verificare, per l’appunto, il comparto di pezzi di ricambio soggetti ad usura, come spazzole, panni, le gomme tira acqua e anche la batteria.

Non solo quelli dati in dotazione e compresi nella fornitura del robot, ma va verificata anche la possibilità di acquisto di pezzi originali o eventuali componenti compatibili di altri brands in maniera semplice e a prezzi coerenti con il costo del robot stesso. In questo senso conoscere l’esistenza di assistenza tecnica o meno del brand produttore, può fare la differenza sulla scelta insieme a tutti gli altri parametri che abbiamo menzionato.

Dovrebbe essere buona norma, dunque, verificare prima dell’acquisto tutto ciò che concerne la manutenzione ordinaria necessaria per garantire il buon funzionamento del robot, come pulizia del sistema di lavaggio ed eventuale ricambio di acqua o di detergente oltre al tempo necessario per la ricarica della batteria.

Prezzi

In modo particolare bisogna prestare una grande attenzione a tutto ciò che riguarda i prezzi di di questo genere di dispositivi.

Questi, difatti, sono molto vari e si differenziano in base alle funzionalità incluse, alla potenza, alla durata della batteria, al modello, alla dimensione e persino alla forma. In genere i prezzi per i robot lavavetri iniziano da circa 140 euro (per dei modelli piccoli con funzionalità di base).

Generalmente il prezzo per dei robot lavavetri di fascia media si assesta a un livello di circa 200-250 euro. Se si vuole avere a portata di mano un robot lavavetri professionali e con diverse funzionalità incluse nello stesso, si può prendere in considerazione l’idea di spendere persino 500-550 euro.

Classifica dei robot lavavetri più venduti

Questa è la classifica dei robot lavavetri più venduti:

Conclusione e considerazioni finali

In conclusione: per poter fare una buona valutazione all’acquisto di un robot lavavetri, oltre alle indicazioni che abbiamo già dato nei paragrafi precedenti, ci sono altri aspetti che sarebbe bene prendere in considerazione. Non abbiamo infatti parlato della potenza del motore espressa in Watt e della velocità di pulizia indicata in minuti per metro quadrato.

Questi due parametri sono utili per fare una comparazione di rapporto qualità/prezzo in funzione al tipo di uso che andiamo a fare del robot. Sapere quali sono le esigenze di partenza ci aiuta a capire meglio di quale robot lavavetri abbiamo necessità.

In termini pratici: dobbiamo sapere a quale volume di lavoro sarà sottoposto il robot, ossia quanta superficie di vetri da lavare in riferimento al tempo di esecuzione a seconda delle nostre necessità logistiche.

Le risposte a queste domande ci daranno un’indicazione concreta sulle caratteristiche tecniche di base quali potenza e velocità del robot ideale per noi. Di conseguenza possiamo valutare tutti gli altri aspetti come connettività e funzioni smart, autonomia della batteria e le altre funzioni accessorie che pensiamo possano essere utili a soddisfare le nostre esigenze.


lorenzo ricciutelli autore domoticafull

Lorenzo Ricciutelli
Fondatore e autore di Domotica Full. Sono un appassionato di domotica e smart home, per questo provo ogni giorno elettrodomestici intelligenti; ma anche un imprenditore digitale che crea cose divertenti su internet. Homo sanza lettere, discepolo della esperienza.